Nuovo peggioramento in arrivo: settimana di maltempo

Il tempo sta letteralmente migliorando anche al Sud Italia, dopo due giorni veramente intensi per Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. Gli accumuli sono stati da record e l’instabilità creatasi sul mare, a tratti inaspettata dai molti sull’Adriatico, ha favorito la nascita di veri e propri “mostri meteorologici”. Ma diamo uno sguardo al medio – lungo termine.

Fino a Martedì 18 non sono attesi sostanziali cambiamenti, a parte qualche fenomeno locale su Liguria, tra Campania e Lazio e sul Trentino. Da Mercoledì 19, invece, il peggioramento sarà più sistematico su gran parte dell’Italia, come è mostrato dalle previsioni del Centro Meteo Italiano: le correnti meridionali apporteranno precipitazioni diffuse che potranno essere localmente anche intense, in particolare sulla costa tra Liguria e Toscana (effetto Stau sull’Appennino), e moderate al Nord Est. Sul resto dell’Italia le condizioni saranno generalmente stabili, tranne su Lazio e Campania dove qualche piovasco è sempre possibile. Attenzione ai venti forti se non fortissimi sul Mar Ligure. Le nevicate saranno molto probabili già a partire dai 1000 mt sul settore Alpino Orientale, fenomeno che si ripeterà anche il giorno dopo.

Leggi le ultime previsioni o guarda i video meteo

Giovedì 20 le precipitazioni saranno più sparse su gran parte del Centro Italia ma non si attendono fenomeni estremi. La circolazione ciclonica sarà moderata e a tratti forte, quindi sebbene le piogge non saranno consistenti, l’effetto maggiore sarà dato dal vento intenso. Nevicate probabili sull’Abruzzo sopra i 1700 mt.

 

Venerdì 21 il maltempo si sarà portato al Sud ma non ci saranno, ripeto, fenomeni intensi. Al Centro Nord intanto sarà tornato il bel tempo. Sabato 22 qualche fenomeno sarà possibile anche in Sicilia e Calabria che potrebbero rimanere all’asciutto nei giorni precedenti.

Domenica 23, per la gioia di tutti, il tempo potrebbe mantenersi stabile e soleggiato ma gli abitanti del Nord potranno assistere all’incipit della nuova perturbazione che, come vedremo dalle analisi a lungo termine, abbraccerà l’Italia nella settimana prossima.

 

Le temperature torneranno a salire in questi prossimi due tre giorni ma si manterranno nella media autunnale e stazionarie. Da Venerdì 21 ci sarà un nuovo calo delle temperature di circa 4-5°C più consistente al Centro Nord.


Articolo di Giancarlo Modugno


Ultime notizie Leggi tutte


Intensa scossa di terremoto nel mar Ionio, paura in Grecia – oggi 24 novembre 2017

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, peggioramento in arrivo

Previsioni Meteo : l’inverno inizia in anticipo. Nettamente più freddo da lunedi!

MODELLO EUROPEO: l’aria fredda ed instabile artica sull’Europa sino agli esordi di dicembre
MODELLO AMERICANO: in sintesi il tempo previsto da qui alla fine di novembre

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti