Forte divergenza 4 Novembre: si ripete il 25 Ottobre?

Ancora una volta analizziamo la divergenza e la convergenza, proprio come fatto la scorsa settimana, il che ci ha dato l’opportunità di notare i forti fenomeni temporaleschi sul Tirreno settentrionale e sulla Liguria.

La mappa utilizzata è la solita carta del geopotenziale a 500 hPa, fornita in questo caso sempre dall’ECMWF  e con la quale ci siamo trovati bene la settimana scorsa. Ricordo, infatti, che per il medio termine questo modello meteorologico inglese è ritenuto molto affidabile.

Guardate le analogie tra la mappa prevista il 22 per il 25 Ottobre e quella nuova di oggi per il 4 Novembre (sebbene sia da tenere presente che il lasso temporale di previsione questa volta è maggiore).

Previsione 25 Ottobre 2011 ECMWF

Previsione 25 Ottobre 2011 ECMWF

 

Previsione 4 Novembre 2011 ECMWF

Previsione 4 Novembre 2011 ECMWF

 

Le analogie sono evidenti:  struttura a blocco a scala globale identica (anticiclone atlantico – saccatura atlantica  – alta pressione europea);  stessa apertura del geopotenziale sul mar Ligure e Tirreno settentrionale, sintomo della forte divergenza in quota con relativa convergenza al suolo, estremamente favorevole all’instabilità SOPRATTUTTO (perdonatemi il maiuscolo…) in presenza di orografia come per la Liguria; forte flusso in senso meridiano delle masse d’aria umide, in particolare in presenza dei mari ancora caldi. Potete approfondire sul nostro WIKI il concetto di convergenza e divergenza

Per il giorno dopo, inoltre, il flusso in quota dovrebbe presentarsi più intenso rispetto alla settimana appena passata e di conseguenza il Centro potrebbe essere interessato da piogge più intense (nella zona di Roma il 26 Ottobre appena passato il maltempo è durato intorno alle 2-3 ore con accumuli tra i 20 e 30 mm sparsi, quindi immaginiamo a cosa potremmo andare incontro).

Dal profondo del cuore speriamo che questo articolo possa essere d’aiuto e di prevenzione, nel limite del possibile e a volte, vedendo ciò che è successo in passato, alcuni di noi che fanno questo mestiere sperano vivamente di sbagliare le previsioni perché le calamità naturali sono troppo devastanti, soprattutto dal lato “umano”…

 

A cura di Giancarlo Modugno


Articolo di Giancarlo Modugno

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: forte maltempo domani, temporali e vento forte

Tempesta di vento in Svizzera: uccisa dalla caduta di un albero una donna

Dissesto idrogeologico: sempre più fragile il territorio della Bergamasca

AGGIORNAMENTO previsioni meteo LIVE per OGGI, DOMANI e i prossimi giorni
MALTEMPO Live: forti piogge attese su Lazio e Campania, ventoso su gran parte d’Italia

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti