Week-End: correnti fredde polari pronte ad irrompere sul bacino del Mediterraneo precedute da tempestosi venti di libeccio. Crollo termico di 8-10°C entro Domenica sera.

Dopo il dominio Atlantico dei giorni scorsi avrà ufficialmente inizio la stagione invernale con l‘incursione nel Mediterraneo di fredde correnti polari.

Ecco l’evoluzione barica prevista per questo week-end:

……dal Libeccio al Maestrale alla formazione di un minimo di bassa pressione sul Tirreno Centrale……


 

Alla luce degli ultimi aggiornamenti la giornata di Venerdì sarà caratterizzata da venti burrascosi di Libeccio che investiranno tutto il versante Tirrenico. Tali correnti sud-occidentali assumeranno una componente favonica sulla Romagna, le Marche e l’Abruzzo. Precipitazioni risulteranno intense un po’ su tutta la fascia costiera tirrenica. Forti nevicate sulle Alpi. Temporaneo aumento delle temperature. Mareggiate possibili in Riviera di Ponente, Toscana, Corsica e Sardegna.

Nella giornata di Sabato la disposizione delle correnti da Nord-Ovest segnerà l‘ingresso dell’aria fredda. Tempo variabile-instabile al Centro-Sud, asciutto al Nord. Le precipitazioni si concentreranno principalmente sulle Isole Maggiori e al Sud con le nevicate che potrebbero scendere  fin sotto i 1000 m in serata.

Infatti Domenica si assisterà alla formazione di un minimo di bassa pressione sul Tirreno Centrale alimentato da aria fredda.  Precipitazioni lungo la fascia tirrenica centro-meridionale in estensione a tutto il Sud entro sera con associate nevicate fin verso le quote collinari, localmente più in basso durante le precipitazioni più intense.

La diminuzione termica sarà dell’ordine  degli 8-10 gradi.

Freddo e ventoso ovunque soprattutto da Sabato sera.

A cura di Enrico Robustelli.

 

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti