Neve durante l’Epifania e successiva alta pressione

Pressione s.l.m 4-1-2012

Premettiamo che quest’anno siamo alle prese con una titanica lotta tra due strutture opposte: l’anticiclone delle Azzorre e il Vortice Polare. Come detto negli scorsi articoli l’inverno 2011-12 per il momento ha visto una prevalenza del primo sul Mediterraneo. Paradossalmente il prevalere dell’anticiclone è diretta conseguenza della forza del VP che più volte in questo scorcio invernale ha provato a dettare direttamente legge sul Mediterraneo, ma a causa della sua estrema compattezza non ha mai subito ondulazioni tanto marcate da portare peggioramenti molto incisivi.

In queste ore si sta ripetendo ancora una volta questo canovaccio. Infatti una ondulazione fra le più marcate di quest’anno del getto polare sta definendo l’elevazione dell’alta pressione delle Azzorre verso nord richiamando verso il Mediterraneo la struttura vorticosa polare, si preannuncia dunque un’ Epifania perturbata dall’ Abruzzo verso sud con forti venti e precipitazioni nevose al di sopra degli 600-800 m nella mattina di venerdì su Abruzzo(in veloce miglioramento), Molise, Puglia e Lucania, meno interessata dal peggioramento sarà la Calabria. Interessante notare come la regione più colpita dal peggioramento sarà la Puglia dove nel corso della giornata dell’Epifania le nevicate potrebbero scendere anche al di sotto dei 500m e qui potremmo rilevare abbondanti nevicate su Gargano e Subappennino Dauno, non escludiamo neve su Altamura e localmente anche su Locorotondo e Martina Franca.

Geopotenziali e temperature a 500 Hpa

Il peggioramento sarà veloce cosicchè già dalla giornata di sabato ci sarà un deciso miglioramento. Dopo avremo ancora una volta l’espansione dell’anticiclone delle Azzorre che l’avrà ancora una volta vinta. Dovremo dunque ancora attendere per le nevicate in pianura? Al momento sembra di si ma la forza del VP, come detto in altri editoriali, potrebbe ben presto entrare in crisi determinando una seconda parte della stagione fredda ben più fredda e nevosa della prima, ma di questo ne riparleremo nei prossimi editoriali.

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti