Neve e freddo in arrivo sulle Adriatiche

La situazione a livello Europeo vede estendersi un promontorio pressorio dalla penisola Iberica fino al Regno Unito con consequenziale blocco delle correnti zonali; mentre sul comparto Est  Europeo si avvicina  una saccatura di origina Artica. Nelle prossime ore il vortice d’Islanda si approfondirà e  spingerà verso Est determinando una maggiore estensione verso Nord dell’anticiclone e successivamente un Est shift di tutte le figure bariche. Nel frattempo la saccatura di origine Artica  viene spinta verso il Mediterraneo interessando maggiormente  le regioni Adriatiche  e il Sud.

Andiamo ora ad analizzare cosa ci mostrano i modelli ad alta risoluzione  per le  Marche, l’Abruzzo e  il Molise, dove  il tempo andrà gradualmente  peggiorando dalle  prime  ore del pomeriggio.

Leggi le ultime previsioni o guarda i video meteo

 

Partiamo dalla mappa della temperatura e pressione a 850 hpa, dalla quale si nota bene, oltre alla modesta avvezione fredda in corso un particolare  importante: le  isobare si intersecano perpendicolarmente alle isoterme, ciò è sintomo di instabilità baroclina, particolare evidente anche  dalla mappa della vorticità a 850 hpa, infatti la baroclinicità  atmosferica  genera vorticità.

 

 

Inoltre dalla mappa dell’umidità a 850 hpa si notano buoni apporti di umidità  associati a velocità verticali che dal mare vengono spinti dalle correnti verso l’entroterra. La ventilazione risulterà particolarmente intensa da Nord-Est  favorendo lo stau nelle zone  pedemontane ma impedendo alle temperature della fascia costiera di diminuire sensibilmente.
Considerando che  la saccatura risulta ben strutturata sia  in quota (-32) che al suolo (-4/-5) qualora le precipitazioni risultassero particolarmente intense la quota neve  potrebbe scendere fino a 200 m.s.l.d.m.

Le prime precipitazioni si potranno avere durante il primo pomeriggio con quota neve  attorno gli 800 m sulle Marche, dove si potranno registrare accumuli da 5 a 10 mm nel sud della regione. In Abruzzo e Molise quota neve  iniziale attorno i 900 metri in calo fino a 200/300 durante la nottata, qui gli accumuli potranno raggiungere  a fine evento i 20/30 mm, in particolar modo su Majella e alto Molise.

Articolo e foto a cura di Luca Mennella

Fonte immagini: www.centrometeoitaliano.it


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


La furia del ciclone Ophelia sull’Irlanda : l’ex uragano provoca vittime e devastazione

Ophelia colpisce l’Irlanda: collassa tetto dello stadio del Cork City

Meteo Ottobre: torna l’atlantico, poi di nuovo alta pressione?

Uno sguardo a medio e lungo termine: ecco le ultime novità
In calo le probabilità di PIOGGIA sull’Italia tra mercoledì 18 e giovedì 19 ottobre: vediamo perchè
Neve e freddo in arrivo sulle Adriatiche ultima modifica: 2012-01-24T06:00:39+00:00 da Luca Mennella

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti