Newsletter Facebook Fanpage Twitter InMeteo Google Plus InMeteo Pinterest Canale Youtube FEED RSS INMETEO

Torna il maltempo in Sicilia: forti accumuli previsti


     


Torna il maltempo in Sicilia. Dopo i forti eventi del mese scorso ecco che torna l’allerta meteo su Catania(già duramente colpita), Agrigento, Siracusa,  Caltanissetta e Palermo.

Quindi sarà fortemente colpito il lato centro-occidentale della regione ed il lato settentrionale; l’estremo sud-est della regione (colpito duramente nel mese scorso) rimarrà ai margini del clou precipitativo e stimerà probabilmente accumuli molto inferiori del resto della regione.

Forte maltempo su catanese e agrigentino

Le precipitazioni, già in atto, si intensificheranno col trascorrere delle ore (qui potete osservare l’ammasso nuvoloso in diretta dal satellite)   fino a raggiungere la loro massima intensità nel pomeriggio/sera assumendo anche carattere temporalesco, con probabili fenomeni violenti concentrati soprattutto nell’agrigentino e nel catanese. Infatti in queste zone avremo valori di Thompson Index e Whiting Index compresi tra i 30 e i 35 °C (valori abbastanza alti  per la stagione) ed il tutto sarà incentivato dall’effetto Stau a causa del venti tesi da sud-est alle quote di 750hpa e 850hpa in grado di attivare una forte cumulogenesi proprio a ridosso dei rilievi siciliani (in particolar modo nel catanese).

Proprio in queste zone sono previsti gli accumuli maggiori :  intorno ai 50mm nell’agrigentino, tra i 50mm e i 75 mm in tutta la Sicilia centrale (con picchi over 75mm nei versanti più esposti allo stau), e accumuli tra i 75mm e i 100mm nel catanese (con accumuli che potrebbero anche essere superiori ai 100mm a causa dell’intenso Stau sul versante sud-orientale dell’Etna).

Ecco le previsioni grafiche dove possiamo chiaramente osservare il maltempo diffuso in sicilia fino alla tarda serata con fenomeni temporaleschi :

 

Situazione in Italia per questo pomeriggio

Situazione in Italia per questa sera

 

 

La situazione, non critica come il forte maltempo avutosi nel mese scorso, rimane comunque di massima allerta perchè al termine di questo peggioramento ne seguirà, nel fine settimana, uno probabilmente molto più intenso a causa di un ennesimo cut-off in quota di una goccia fredda in isolamento nel basso Mediterraneo.

 

A cura di Raffaele Laricchia

 
Articolo a cura di Raffaele Laricchia