Aprile, tornano le piogge

La proiezione del modello GLOBO del CNR-ISAC per il mese di aprile risulta particolarmente interessante riguardo le precipitazioni che hanno latitato negli ultimi mesi, specie al centro-nord, arrecando serie condizioni di siccità.

Solitamente verifichiamo la tendenza del mese precedente ma come già spiegato nell’articolo Primavera al via ma mancano le piogge quella di marzo, a livello europeo, è stata sostanzialmente errata. È stato notevolmente sottostimato il blocco alto-pressorio che ha sostato per gran parte del mese sul nostro continente, sovrastimando, invece, l’influsso a ovest dell’anomalia negativa di geopotenziali rilevata sulla Russia europea.
Naturalmente anche le precipitazioni e le temperature hanno proposto scenari completamente opposti a quelli previsti. Sicuramente la proiezione meno riuscita per la nostra area d’interesse da quando seguiamo il modello dell’ISAC.

Anomalia di geopotenziale (500hPa) prevista in Aprile. Fonte ISAC-CNR.

Anomalia di geopotenziale (500hPa) prevista in Aprile. Fonte ISAC-CNR.

Per la prima metà di aprile si prospettano diversi centri di anomalia negativa di geopotenziale su tutto l’emisfero settentrionale. L’anomalia positiva più intensa è prevista coprire una vasta area che si estende dalla parte nord-orientale del Canada e dalla Groenlandia verso l’oceano Atlantico. Più ad est è prevista un’anomalia negativa, con due minimi centrati inizialmente sulla Scandinavia e sulla costa atlantica del Marocco, che favorisce un flusso mite ed umido sul Mediterraneo centro-occidentale. Durante le settimane centrali del mese, l’anomalia negativa è prevista abbandonare l’Europa settentrionale permanendo, più attenuata, sul vicino Atlantico probabilmente fino alla fine del mese. Il conseguente flusso zonale continuerà quindi ad interessare la parte centro-occidentale del Mediterraneo, meno quella orientale anche a causa dell’anomalia anticiclonica prevista sull’Europa orientale per la seconda metà del mese.

Anomalia di temperatura (850hPa) prevista in Aprile. Fonte ISAC-CNR.

Anomalia di temperatura (850hPa) prevista in Aprile. Fonte ISAC-CNR.

La risalita di correnti d’aria mite, da ovest-sudovest, dovuta all’attività perturbata prevista favorirà temperature superiori alla media, soprattutto al sud e sul lato adriatico dove si prevedono precipitazioni più scarse.
Nella prima parte del mese sono previste precipitazioni attorno alla media, eccetto che al sud dove è possibile un’anomalia negativa.
In seguito, le cumulate previste sono in linea con la media del periodo, con valori di poco superiori alla media solo sulle Alpi.

Le prospettive pluviometriche sembrano essere buone specialmente per quelle aree che hanno subito una stasi atmosferica troppo prolungata e anomala. Le precipitazioni sembrerebbero tornare quantomeno in media mensile in una primavera fin qui molto calda.

A cura di Sante Barbano

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti