Newsletter Facebook Fanpage Twitter InMeteo Google Plus InMeteo Pinterest Canale Youtube FEED RSS INMETEO

Gran caldo sull’Italia: ma quanto durerà ancora?


     


Gran caldo sull’Italia: stiamo vivendo una fase pienamente estiva con temperature elevate nei giorni più lunghi dell’anno.

Gran caldo sull’Italia – L’alta pressione africana è ormai radicata alle nostre latitudini; si estende per svariati chilometri dal Nord Africa fino all’Europa orientale e i massimi li ritroviamo fra Spagna e regioni tirreniche, quindi in pieno Mediterraneo. Alta pressione che determina tempo stabile in tutta la penisola (sebbene qualche temporale isolato stia interessando nell’ultimo periodo il Nord Italia) e fa affluire correnti calde proprio dall’Africa settentrionale, e dalle zone desertiche, di fatti in molte località italiane possiamo osservare sabbia presente in sospensione nei cieli, che tende poi talvolta a depositarsi (qui un articolo). Le temperature sono elevate, al Centro-Sud anche oggi sfioriamo i 40°, e ieri in Sardegna, i 40 gradi si sono addirittura superati.

Gran Caldo sull'Italia: fra Sabato e Domenica però è atteso un calo, più sensibile al Nord

Gran Caldo sull'Italia: fra Sabato e Domenica però è atteso un calo, più sensibile al Nord

Ma quanto durerà ancora questo caldo insopportabile? E’ la domanda che un pò tutti si pongono. Effettivamente, anche se non stiamo vivendo un’ondata eccezionale, il caldo è spesso insopportabile soprattutto nelle zone interne laddove vi è sensazione di afa e l’umidità risulta elevata. Nella giornata di domani, Venerdì 22 Giugno, le temperature massime sono previste calare al Nord Italia, grazie all’alta pressione africana che farà due passi indietro lasciando spazio ad aria leggermente più fresca in quota. Diverse basse pressioni in transito su Europa centrale si avvicineranno ma non raggiungeranno l’italia, tuttavia sul Settentrione fra Venerdì sera e Sabato pomeriggio si formeranno diversi temporali che andranno ad interessare prima le zone alpine e prealpine, poi anche la Lombardia, il Nord-Est e a tratti anche l’Emilia e il Piemonte nella giornata di Sabato, il tutto per merito non di una bassa pressione organizzata ma di infiltrazioni più fresche e instabili che tuttavia potranno scatenare contrasti anche accesi e quindi portare a temporali localmente intensi e accompagnati da grandinate. Ritornando alle temperature, queste saranno ancora alte nella giornata di domani, con massime sui 30-33 gradi al Nord Italia (i valori più alti su Emilia, bassa lombardia) al Centro fino a 32-35 gradi, al Sud ancora gran caldo con punte di 35-38 gradi specie su foggiano, litorali adriatici (per venti favonici) e Sicilia. Sabato ecco un calo più evidente: al Nord massime comprese fra i 25 e i 30 gradi, ma con bruschi cali laddove vi saranno piogge e temporali, dunque un caldo decisamente sopportabile e con afa in diminuzione. Al Sud e al Centro le temperature saranno invece pressochè invariate, o in lieve calo, dunque ancora gran caldo, fastidioso soprattutto in serata nelle zone di mare e di giorno nelle zone interne: valori sui 35-37 gradi si potranno ancora raggiungere sul Meridione. Domenica l’alta pressione mollerà ulteriormente la presa se non altro sotto il profilo termico, perchè il tempo seguiterà a mostrarsi stabile e soleggiato, salvo rovesci al Nord sui monti: farà infatti meno caldo anche al Centro-Sud, dove finalmente si potrà “tornare un pò a respirare”, grazie a temperature massime sui 30-33 gradi, ben lontane dai diffusi 38-40 gradi di questi giorni; inoltre sull’Adriatico si attiveranno delle brezze piuttosto fresche. Al Nord si assisterà a una lieve ripresa termica ma il caldo sarà sopportabile.

E la settimana prossima? La distanza temporale e le variabili in gioco ci inducono ad essere cauti; vi aggiorneremo nelle prossime news e previsioni, ma vi possiamo anticipare che l’inizio della prossima settimana vedrà ancora giornate calde, sebbene non come quelle che stiamo vivendo adesso. I 40° dovrebbero essere scongiurati. Probabilmente Lunedì farà piuttosto caldo soprattutto sulle zone tirreniche e al Nord, mentre da Martedì avremo probabilmente passaggi instabili sulla nostra penisola con qualche temporale non solo al Nord Italia e temperature più o meno in linea con il periodo, che rimane statisticamente uno dei più caldi dell’anno.

Ondata di gran caldo sull’Italia – seguite gli aggiornamenti anche sulla nostra fanpage: www.facebook.com/inmeteo
Articolo a cura di Francesco Ladisa