Temporali e grandinate in Veneto – 11/7/2012

Temporali violenti ieri sul Nord-Est acompagnati da grandine, forti raffiche di vento e intensa attività elettrica. Ecco le foto.

Come da previsione la giornata di ieri 11/7/2012 è stata caratterizzata, prevalentemente sulle regioni settentrionali, da fenomeni temporaleschi localmente anche di forte intensità. Le regioni più colpite sono state quelle nord-orientali, proprio dove gli indici temporaleschi mostravano valori elevati e quindi alta probabilità di forti temporali con fenomeni anche violenti.

Cella temporalesca vista da Fiesso d’Artico (VE) , foto di Antonio
fonte : http://forum.meteotriveneto.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La cella temporalesca formatasi tra Lombardia e Veneto, alla cui sommità era presente l’Overshooting Top, ha provocato piogge intense e grandinate estese. Gli accumuli di pioggia hanno superato localmente anche i 30mm (dopo aver raggiunto un rain rate di oltre 300 mm/h ) e le temperature sono precipitate di oltre 10 °C, regalando a molte zone del Nord-Est una nottata decisamente fresca.
I chicchi di ghiaccio hanno superato i 3-4 cm di diametro provocando non pochi danni. Particolarmente colpiti sono stati il trnevigiano, il padovano e l’entroterra veneziano.
Alla grandine si sono aggiunte le forti raffiche di vento e l’intensa e affascinante attività elettrica come immortalato nelle foto

 

 

 

Chicchi di grandine a Resana (TV)

Temporali - Grandine Resana (TV)

Temporali – Grandine Resana (TV)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Temporali e grandinate in Veneto – 11/7/2012 – Consulta le nostre previsioni e i nostri articoli sulla HomePage oppure sulla Pagina Facebook

 

 

 

 

 


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo : Febbraio parte in grande stile. Possibili ondate di freddo e neve sull’Italia?

Previsioni meteo : bel tempo ma solo per poco, intensa perturbazione atlantica in arrivo!

Filippine : tanta paura per l’eruzione del vulcano Mayon, in fuga oltre 50.000 persone

MODELLO EUROPEO: nuova perturbazione sull’Italia venerdì 26 e sabato 27 gennaio, poi…
LUNGO TERMINE: probabile ritorno dell’instabilità entro inizio febbraio, ma con quali caratteristiche?

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti