Meteo settembre: forte maltempo in arrivo?

Meteo Settembre: forte maltempo in arrivo?

Ciò che faremo in questo articolo  sarà di identificare  una linea di tendenza su come sarà il meteo della prima settimana di Settembre. Attualmente una modesta saccatura Nord Atlantica sta apportando un veloce  peggioramento su tutto il Centro Nord, successivamente una nuova rimonta anticiclonica tornerà ad apportare tempo stabile e soleggiato fino ai primi di Settembre.

Meteo Settembre: Andiamo ora a vedere cosa ci aspetta per  i primi giorni di settembre.

Iniziamo col dire che la stagione Estiva  si sta avviando al suo degrado naturale, il vortice  Polare  torna  a prendere gradualmente forza riuscendo a contrastare meglio gli attacchi dell’anticiclone Africano e riportandolo lentamente e più basse latitudini. Infatti in questi giorni stiamo osservando una leggere “riattivazione” delle onde  planetarie le quali permetteranno scambi più intensi tra le alte e medie latitudini.

meteo settembre

www.meteociel.fr

Osservando le carte emisferiche  del modello ECMWF si nota che già dalla carta previsionale a 120 h (limite oltre il quale  non mi spingerei nell’osservare  i modelli) una possente flusso di calore  si spingerà ad alte latitudine sul comparto dell’America centrale, ciò comporterà una discesa di aria fredda sul Canada e sull’ Est America.  Sapendo che il tempo meteorologico si evolve da Ovest verso Est (moto zonale) è bene aspettarci per i primi di Settembre un possibile guasto del tempo associato ad una elevazione in sede Atlantica dell’anticiclone delle Azzorre.

Ora, effettuando una breve considerazione puramente “statistica” andiamo a vedere cosa ci propongono i principali modelli matematici per  il periodo indicato: Sia GFS, UKMO, ECMWF,  e GEM  (non mostrati) vedono l’elevazione del Anticiclone  delle Azzorre con annessa saccatura fredda in discesa dal Nord Europa verso il comparto Mediterraneo, anche se non può considerarsi una vera  statistica  possiamo ritenere che la concordanza dei principali modelli possa rappresentare  un dato abbastanza affidabile. Due saranno le possibili evoluzioni di quanto appena detto:

  1. A causa di un veloce smorzamento dei flussi freddi in uscita dal continente Americano e della vorticità , il flusso zonale riprende  improvvisamente forza tagliando la saccatura e determinando l’evoluzione della stessa in cut off.
  2. Un indebolimento dei flussi freddi in uscita e lenta ripresa del flusso zonale con  progressivo spanciamento dell’alta pressione sul comparto Europeo e veloce allontanamento della saccatura.

Tuttavia osservando i vari indici  di teleconnessione predittivi più una modesta anomalia negativa  in Nord Atlantico(non mostrati)la situazione non appare ancora del tutto chiara. Di conseguenza servono ulteriori aggiornamenti per  fare maggiore chiarezza su quanto ci attende, consigliamo ai nostri lettori di seguire attentamente  i prossimi editoriali in home page.


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


Spettacolo nei cieli, arrivano le Geminidi : notte con le stelle cadenti!

Forte scossa di terremoto nell’oceano Atlantico (isola di Bouvet) – dati USGS

Allerta meteo della Protezione Civile: criticità per venti forti domani

Ultimissime della sera: scenari di freddo moderato ma anche un po’ di anticiclone sotto Natale, tuttavia…
Raffreddamento termico: ecco DOVE colpirà di più nei prossimi giorni

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti