Meteo Settembre: maltempo per il ciclone Mediterraneo, quando torna l’alta pressione?

Meteo Settembre: maltempo per il ciclone Mediterraneo, quando torna l’alta pressione?

meteo settembre

GFS italia by meteogiornale.it

Analisi barica Mediterraneo: La goccia fredda che ha generato il forte  maltempo di questi giorni si sta lentamente colmando, tuttavia, secondo i dati attuali il minimo pressorio dovrebbe stazionare ancora per un paio di giorni tra l’alto Tirreno e la Sardegna, per poi passare sulle regioni centrali ed esaurirsi completamente nel basso Adriatico. Assisteremo ad un graduale miglioramento sul Nord  italia e a condizioni di tempo instabile su tutto il Centro Sud, in particolar modo verranno interessate  anche le regioni Adriatiche del Centro.

 

Meteo settembre: Andiamo a vedere cosa aspettarci per  prossima settimana, tornerà il caldo?

Andremo ora ad effettuare  una comparazione  modellistica per cercare di identificare una line di tendenza  per il tempo a medio-lungo termine. Osservando le mappe modellistiche di ECMWF, GFS e GEM, si nota in quadro generale abbastanza simile. Questi già a 80 h mostrano una saccatura Atlantica sprofondare nel centro Est dell’oceano, molto probabilmente favorita dall’anomalia negativa delle acque presente in quelle zone, come risposta a questo movimento un debole anticiclone andrà ad occupare  il Mediterraneo Centrale riportando il bel tempo, Le temperature  di conseguenza torneranno a salire ma sarà il tipico caldo settembrino.analisimodellistica

Gettando un occhio più in la a 120 ore (mappe sopra)  tutti e tre i centri di calcolo vedono una tempesta tropicale vicino le coste Atlantiche Americane, e una saccatura (quasi goccia fredda) sul Nord America, questa tenderà di movimento zonale a sfociare sull’atlantico, andando ad alimentare con i suoi flussi freddi il vortice depressionario in Nord Atlantico, quanto maggiore risulterà la forza attrattiva delle saccatura in uscita dal continente Americano e maggiore saranno le possibilità che questa venga assorbita dalla tempesta tropicale, la quale si intensificherà e approfondirà ulteriormente. Le possibili evoluzioni legate a questa dinamica possono essere riassunte principalmente in due casi:

  1. La saccatura in uscita dal continente Americano risulterà più intensa e riesce ad attrarre la depressione al largo delle coste Atlantiche, di conseguenza acquisirà maggiore forza e estensione riuscendo a generare come risposta un’elevazione del’anticiclone delle Azzorre in Atlantico, con conseguente discesa di masse d’aria nord Atlantiche sull’Europa Nord Occidentale e successivo interessamento del territorio Italiano.
  2. La saccatura in uscita dal continente Americano risulterà più debole non riuscendo ad attrarre in fretta la depressione a largo del coste Americane, come conseguenza potrebbero generarsi due figure cicloniche indipendenti che solo successivamente si unirebbero in una sola figura barica, come conseguenza di questi movimenti l’alta pressione su l Mediterraneo potrebbe perdurare più a lungo e intensificarsi ulteriormente.

A causa della grande distanza temporale consigliamo ai nostri lettori di seguire  i prossimi editoriali che saranno pubblicati in home page.


Articolo di Luca Mennella

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Violento terremoto colpisce l’Indonesia: “numero imprecisato di morti”

Ultim’ora: violenta scossa di terremoto registrata in Indonesia, sulla terraferma

Meteo lungo termine : settimana di Natale con l’aria fredda da est? Arriva la neve?

Ultimissime della sera: uno sguardo alle ultime novità messe in luce dal modello europeo
Uno sguardo al periodo post natalizio; ecco quali strade potrebbe percorrere l’atmosfera

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti