Come leggere la mappa satellitare RGB Airmass

Come si leggono le immagini satellitari dell’RGB Airmass? Una piccola guida per capire la distribuzione di masse d’aria col satellite

Le masse d’aria da satellite: è possibile con l’RGB Airmass

Una delle pratiche fondamentali durante un’analisi meteorologica è comprendere quali masse d’aria siano presenti sul territorio, come si stiano muovendo e come interagiscano con i sistemi frontali. Per questa necessità ci viene in aiuto l’RGB Airmass, prodotto disponibile grazie ai dati EUMETSAT e visualizzabile nella pagina “satelliti“.

Schema per l'interpretazione dei colori nell'Airmass RGB

Schema per l’interpretazione dei colori nell’Airmass RGB

L’RGB utilizza in particolare la composizione di tre colori: rosso (Red), verde (Green) e blu (Blue). La composizione di questi colori è stata progettata per studiare i casi di ciclogenesi rapide e utilizza tre canali: WV6.2 – WV7.3 Brightness Temperature Difference (BTD, sul rosso), the IR9.7 – IR10.8 BTD (sul verde) and the WV6.2 channel (sul blu). Questi canali sono fortemente legati alle caratteristiche delle masse d’aria quando il cielo è sgombro dalle nubi e all’altezza delle nuvole quando sono presenti.

Il canale WV 6.2 mostra la distribuzione di umidità troposferica (UTH) ed è utile a individuare le intrusioni di aria secca e le strisce relative ai getti. La WV6.2 – WV7.3 BTD, che dipende dal profilo di temperatura e umidità, mostra la distribuzione del vapore nella troposfera. Infine, la IR9.7 – IR10.8 BTD è legata alla concentrazione totale di ozono e quindi all’altezza della tropopausa. Questa particolare caratteristica è in qualche modo influenzata dall’angolo con cui il satellite “vede” le masse d’aria; inoltre l’IR9.7 riceve un forte segnale da parte della superficie terrestre in caso di assenza di nubi, portando a forti BTD su superfici molto calde (come i deserti) durante il giorno.

RGB Airmass (WV6.2-WV7.3; IR9.7-IR10.8; WV6.2i)

RGB Airmass (WV6.2-WV7.3; IR9.7-IR10.8; WV6.2i)

RGB Airmass. Lo schema per interpretare le immagini e i colori 

Combinando i colori dell’RGB, i risultati indicano nubi alte quando appare il bianco, nubi medie se appare l’ocra e cielo sereno se vi è il verde scuro (massa d’aria calda con alta tropopausa) o blu (aria fredda con bassa tropopausa).

Un pattern caratteristico e importante da osservare è l’aria secca discendente direttamente dalla stratosfera, “dipinta” con le tonalità di rosso. In questi casi possiamo individuare anche le zone dove la vorticità alle alte quote assume valori elevati, indicando zone potenzialmente molto instabili.

Si possono scaricare le vecchie mappe degli ultimi giorni sul sito dell’EUMETSAT (clicca qui).


Articolo di Giancarlo Modugno


Ultime notizie Leggi tutte


Rischio alluvioni al nord : nubifragi in atto e neve in rapida fusione – massima allerta

Maltempo: a Trieste grosso muro crolla su quattro auto [FOTO]

Maltempo fra Piemonte e Lombardia: disagi a Bagnaria, strade chiuse

NEWS DELLA SERA: confermato il rinforzo dell’alta pressione in terza decade, ma prima…
MALTEMPO: cosa sta succedendo in queste ore? Quale sarà l’evoluzione a breve termine?

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti