Previsioni meteo lungo termine: cosa ci aspetta nella seconda metà di Ottobre?

Previsioni meteo lungo termine: cosa ci aspetta nella seconda metà di Ottobre?

La prima metà di Ottobre è stata caratterizzata da una discesa di aria artica sulle regioni adriatiche e  da un flusso via via sempre più marcato zonale intervallato da brevi fasi di alta pressione.  Andiamo ora a vedere cosa aspettarci per i prossimi giorni sull’Italia e sul comparto Mediterraneo.

Previsioni meteo lungo termine: Artico o Atlantico? 

Previsioni meteo a lungo termine

Previsioni meteo a lungo termine: ITCZ

Osservando L’ITCZ si nota che la previsione per  i prossimi 10 giorni vede una netta ritirata del fronte rispetto la posizione precedentemente avuta, inoltre esso risulta addirittura negativa rispetto la normale posizione del fronte. Inoltre osservando la pressione a 100 hPa  si nota un certo sbilanciamento verso l’Europa Occidentale del Vortice  Polare. Ciò andrebbe in accordo si con i valori previsti dell’ITCZ che con i vari indici di teleconnessione ( non mostrati) AO, NAO e PNA che si attestano su valori negativi.

Cosa aspettarsi da questi valori?

Previsioni meteo a lungo termine

Previsioni meteo a lungo termine: vortice polaere

Quanto appena indicato porta a pensare ad graduale aumento del flusso zonale, in quanto, la retrocessione del fronte ITCZ porta ad un abbassamento delle alte pressione ed ad una conseguente discesa verso latitudini più basse del flusso zonale Atlantico. Ciò trova conferma anche nella carta rappresentante il vortice polare alla quota di 100 hPa; nella quale si nota uno sbilanciamento del suddetto verso l’Europa Occidentale.  Infine l’AO e la NAO su valori negativi indicano appunto un’aumento del flusso zonale, che associato alla PNA negativa trova ulteriore conferma, infatti sarebbe risultato l’opposto se questo valore avesse mostrato valori positivi, in questo caso avrebbe favorito la meridianizzazione del getto con conseguenti discese di aria di origine Artica  sul comparto Europeo e sull’Italia.

In conclusione, sulla base dei dati attuali, la prossima metà del mese di Ottobre sarà caratterizzata da discese di aria di origine Nord Atlantica che andranno ad interessare in particolar modo Il Nord e le regioni Tirreniche e solo in una seconda fase le Adriatiche e il Sud.

 


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


Alluvione in Emilia 12 dicembre 2017 : il fiume Parma esonda ed allaga Colorno – FOTO

Maltempo, alluvioni in Emilia : il Secchia fa paura a Modena – Traffico in tilt sulla A22

Alluvione in Emilia: strage nel modenese, morti un centinaio di animali

Un po’ di alta pressione all’inizio della terza decade ma non per tutti
INSTABILITA’: le news sulla nuova fase di maltempo attesa dalla seconda metà del mese

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti