Clima e meteo del mese di Ottobre 2012, analisi in Italia ed Europa

Clima e meteo del mese di Ottobre 2012, analisi in Italia ed Europa. Re-analisi sinottica generale di temperature e piogge.

Le analisi qui proposte sono state elaborate in base allo studio e osservazione di dati medi e delle relative anomalie in base alle principali variabili meteorologiche.

Meteo Generale del Mese di Ottobre 2012, reanalisi NOAA

Circolazione del mese di Ottobre 2012: nucleo freddo in Scandinavia. La circolazione atmosferica a metà troposfera nel mese di Ottobre 2012 è stata caratterizzata dalla presenza di una forte anomalia barica sulla Scandinavia, legata prevalentemente alla presenza di una massa d’aria molto fredda.

Meteo di Ottobre 2012 - Anomalia di altezza di geopotenziale a 500 hPa rispetto al 1981-2010. Si nota la forte anomalia negativa sulla Scandinavia, in estensione sull'Europa Occidentale

Meteo di Ottobre 2012 – Anomalia di altezza di geopotenziale a 500 hPa rispetto al 1981-2010. Si nota la forte anomalia negativa sulla Scandinavia, in estensione sull’Europa Occidentale

Meteo di Ottobre 2012 - Anomalia termica a 500 hPa rispetto al periodo 1981-2010. Notare il diplo termico tra Scandinavia (-) e Est Europa (+)

Meteo di Ottobre 2012 – Anomalia termica a 500 hPa rispetto al periodo 1981-2010. Notare il diplo termico tra Scandinavia (-) e Est Europa (+)

Aria più calda convogliata da Sud-Ovest. La posizione di questa anomalia e delle relative depressioni in sede scandinava ha attirato aria più fredda di matrice Nord-Atlantica sui comparti Nord-Occidentali europei ma il baricentro molto alto ha permesso il convogliamento di correnti mediamente Sud-Occidentali sul resto d’Europa.

Anomalia termica a 850 hPa rispetto al periodo 1981 - 2010. Anche a questo livello si estende il diplo termico, con una differenza di 6° circa di anomalia in 4-5000 km

Anomalia termica a 850 hPa rispetto al periodo 1981 – 2010. Anche a questo livello si estende il diplo termico, con una differenza di 6° circa di anomalia in 4-5000 km

Anomalia di intensità della componente meridionale del vento a 500 hPa rispetto al periodo 1981-2010. Dal Nord Atlantico arriva l'aria fredda, mentre sull'Europa il flusso è principalmente meridionale (da Sud-Ovest)

Anomalia di intensità della componente meridionale del vento a 500 hPa rispetto al periodo 1981-2010. Dal Nord Atlantico arriva l’aria fredda, mentre sull’Europa il flusso è principalmente meridionale (da Sud-Ovest)

Clima Generale del Mese di Ottobre 2012, reanalisi NOAA

Clima di Ottobre 2012. Utilizziamo ancora dei prodotti della NOAA per effettuare un’analisi generale quantitativa e qualitativa. Focalizziamoci su pioggia e temperatura.

Clima di Ottobre 2012: analisi delle temperature

Temperature Ottobre 2012. Dall’analisi precedente si evince che il dipolo termico ha favorito correnti mediamente più calde e la grafica della prossima figura (elaborazione NOAA) mostra una netta separazione tra Europa Centro Meridionale (più calda) ed Europa Nord-Occidentale (più fredda). L’anomalia termica nella parte più calda arriva fino a +3/5°C, mentre si arriva a -3°C in Scandinavia e in rare zone sul resto del Continente.

In Italia abbiamo assaporato un clima piuttosto gradevole e mediamente caldo, con un’anomalia termica di circa +1/3°C e isolate zone sulla zona orientale e meridionale che raggiungono anche i +3/5°C; maggiori dettagli saranno possibili con le statistiche della rete del CNR-ISAC. Bisogna puntualizzare che vi è stato un forte evento freddo nell’ultima decade del mese che ha ridotto i valori termici di circa 10°C in pochi giorni e di conseguenza l’anomalia generale avrebbe potuto essere più elevata se non vi fosse stato questo evento.

Clima e meteo di Ottobre 2012 - Anomalie temperatura al suolo in Italia ed Europa secondo le analisi NOAA

Clima e meteo di Ottobre 2012 – Anomalie temperatura al suolo in Italia ed Europa secondo le analisi NOAA

Clima di Ottobre 2012: analisi delle precipitazioni

Piogge e precipitazioni Ottobre 2012 in Italia ed Europa. In quest’ultima parte dell’analisi mensile utilizziamo anche un’altra fonte, ottenendo un confronto generale: i dati satellitari relativi al TRMM. In generale le precipitazioni sono state più abbondanti nelle zone relative all’anomalia calda, in quanto quest’ultima è stata oggetto di correnti prevalentemente sud-occidentali e instabili, permettendo spesso la ciclogenesi. Zone di frequenti ciclogenesi sono il Mediterraneo e l’Est Europa.

Alcune differenze saranno riscontrabili nelle prossime mappe relative alle anomalie pluviometriche a causa delle diverse modalità di calcolo e diversi database; di conseguenza proponiamo alla fine uno zoom mediante dati TRMM, a più alta risoluzione (circa 25-27 km). In generale si può dire che l’ottimo surplus di precipitazioni su Spagna Orientale, Canale della Manica, Scandinavia ed Est Europa sia stato elaborato abbastanza egregiamente in entrambe le modalità. Qualche problema in più per quanto riguarda l’Italia, dove la risoluzione potrebbe non essere adatta alla complessa orografia.

Anomalia di Precipitation Rate giornaliero medio del mese di Ottobre 2012 rispetto al periodo 1981-2010. Precipitazioni sparse e a volte abbondanti sui settori Meridionali e Centro-Orientali

Anomalia di Precipitation Rate giornaliero medio del mese di Ottobre 2012 rispetto al periodo 1981-2010. Precipitazioni sparse e a volte abbondanti sui settori Meridionali e Centro-Orientali

Clima e meteo di Ottobre 2012 - Anomalie precipitazioni in Italia ed Europa secondo le analisi NOAA

Clima e meteo di Ottobre 2012 – Anomalie precipitazioni in Italia ed Europa secondo le analisi NOAA

Analisi Pluviometrica Ottobre 2012 con dati TRMM. Nonostante la buona risoluzione, i dati TRMM terminano a 50° di latitudine Nord e iniziano a diventare sempre meno “buoni” man mano che si avvicina a questo limite. Naturalmente esistono altre complicazioni nell’elaborazione dei dati ma non ne discuteremo in questo articolo.

L’ultima immagine mostra il quantitativo pluviometrico totale del mese di Ottobre. Si notano in generale quantità di pioggia più alte sul Tirreno (Liguria, Toscana e parte del Lazio) fino all’Appennino, in Sicilia e sulle Alpi, dove potremmo stimare qualcosa come 250-300 mm. Minori precipitazioni sull’Adriatico e sulla Pianura Padana, come è giusto che sia visto il flusso medio sud-occidentale. Carenza di piogge in Puglia, Abruzzo, Piemonte dove la percentuale di pioggia in media risulta del 25-50% rispetto alla media pluviometrica climatologica.

Analisi Precipitazioni sull'Europa nel mese di Ottobre 2012 mediante TRMM

Analisi Precipitazioni sull’Europa nel mese di Ottobre 2012 mediante TRMM


Articolo di Giancarlo Modugno

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Violento terremoto colpisce l’Indonesia: “numero imprecisato di morti”

Ultim’ora: violenta scossa di terremoto registrata in Indonesia, sulla terraferma

Meteo lungo termine : settimana di Natale con l’aria fredda da est? Arriva la neve?

Ultimissime della sera: uno sguardo alle ultime novità messe in luce dal modello europeo
Uno sguardo al periodo post natalizio; ecco quali strade potrebbe percorrere l’atmosfera

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti