Newsletter Facebook Fanpage Twitter InMeteo Google Plus InMeteo Pinterest Canale Youtube FEED RSS INMETEO

ALLERTA METEO PROTEZIONE CIVILE 11 Novembre 2012: le previsioni meteo


   

                           

ALLERTA METEO PROTEZIONE CIVILE 11 Novembre 2012: le previsioni meteo e il bollettino per la giornata di domani

ALLERTA METEO PROTEZIONE CIVILE 11 Novembre 2012 – La protezione civile ha diramato lo stato di allerta per la giornata di domani, Domenica 11 Novembre 2012, quando sono previste forti precipitazioni e temporali in molte regioni centro-settentrionali. Di seguito riportiamo il bollettino del sito Protezione Civile. Per le previsioni meteo dettagliate invece andare qui: Meteo Italia.

ALLERTA METEO PROTEZIONE CIVILE 11 Novembre 2012

ALLERTA METEO PROTEZIONE CIVILE 11 Novembre 2012

ALLERTA METEO PROTEZIONE CIVILE 11 Novembre 2012 – Massima attenzione su LIGURIA, FRIULI, VENETO, TOSCANA, UMBRIA, LAZIO

Precipitazioni:
– diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale, su Friuli Venezia Giulia, settori montuosi del Veneto, Trentino, Liguria di levante, Emilia-Romagna occidentale, Toscana, Umbria e Lazio centro-settentrionale, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati, localmente molto elevati sul Friuli Venezia Giulia;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto Liguria, Lombardia, Alto Adige, resto di Veneto, Emilia-Romagna e Lazio, e su Marche occidentali e Sardegna, con quantitativi cumulati moderati;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto del nord, resto Marche, settori occidentali di Abruzzo e Molise e Campania settentrionale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati.
Nevicate: al di sopra dei 1800-2000 m sui settori alpini centro-occidentali e dei 2000-2300 m su quelli del Triveneto, con apporti al suolo da moderati a localmente elevati.
Visibilità: ridotta, anche sensibilmente, sulle aree soggette alle precipitazioni più intense.
Temperature: in generale sensibile rialzo nei valori minimi.
Venti: forti sud-orientali con raffiche di burrasca sui settori tirrenici centrali, sulla Sicilia e sui settori adriatici e ionici della Penisola; forti meridionali o sud-occidentali, con raffiche di burrasca, lungo i settori appenninici centro-meridionali; localmente forti meridionali sui settori tirrenici meridionali e sulla Liguria, su quest’ultima tenderanno a ruotare dai quadranti settentrionali; forti raffiche durante le manifestazioni temporalesche.
Mari: da molto mossi ad agitati il Tirreno centro-meridionale, lo Stretto di Sicilia e l’Adriatico; molto mossi il Tirreno settentrionale, il Canale di Sardegna e lo Ionio settentrionale.


Articolo a cura di Francesco Ladisa