Previsioni meteo metà-fine Novembre 2012: come proseguirà il tempo?

Previsioni meteo metà-fine Novembre 2012: come proseguirà il tempo?

Ricordiamo che è possibile consultare la tendenza per il mese di Novembre  e le previsioni stagionali per l’Inverno 2012-2013

Previsioni meteo metà-fine Novembre 2012: cosa aspettarsi nei prossimi giorni?

Essendo un editoriale di previsioni a lungo termine tralasceremo la forte fase di maltempo che colpirà a partire dalla giornata odierna di Sabato 10 Novembre 2012 tutto il Centro Nord Italiano. Di conseguenza sposteremo la nostra attenzione a partire dalla metà della prossima settimana e quindi da Mercoledì 14 Novembre 2012. La previsione risulterà alquanto impegnativa in quanto il forte peggioramento in atto in questi giorni lascerà in eredità un quadro barico molto scombussolato sul Mediterraneo.

Previsioni meteo metà-fine Novembre 2012: come proseguirà il tempo? cosa mostrano i modelli matematici?

Per far maggior chiarezza sul possibile quadro barico che ci attende andiamo ad effettuare una comparazione dei principali modelli matematici, in particolar modo andremo ad analizzare le proiezioni modellistiche di ECMWF, GFS e GEM a 96h, distanza temporale che ad oggi rappresenta il primo mattino di Mercoledì.

Previsioni meteo a lungo a termine e tendenza su come proseguirà il tempo a Novembre.

Previsioni meteo a lungo a termine, mappa modellistica di ECMWF

La mappa sopra mostrata vede una “nuova” saccatura Atlantica sprofondare al largo di Spagna e Portogallo, mentre sul comparto Mediterraneo ritroviamo una vasta goccia fredda posizionata sul Nord Africa. Anche GEM e GFS vedono un quadro barico molto simile.

 Previsioni meteo metà-fine Novembre 2012: cosa aspettarci da questa situazione?

In conclusione l’evoluzione più probabile consisterà in un lento assorbimento e spostamento verso Est della goccia fredda presente sul Nord Africa con instabilità moderata e sparsa su Sicilia e Sardegna, nel frattempo con una tempistica leggermente  più lunga, la saccatura Nord Atlantica tenderà a scivolare ancor di più lungo il bordo dell’alta pressione situata in oceano Atlantico e a traslare verso Est, tuttavia incontrerà una debole resistenza anticiclonica, la quale però non riuscirà a contrastare con efficacia il transito della saccatura ma riuscirà comunque ad indebolirla notevolmente. Di conseguenza dopo una breve fase stabile con nebbie in pianura risulta molto probabile un nuovo peggioramento di tipo Nord Atlantico a partire 17/18 Novembre 2012.


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 10 Dicembre 2017 (ultimi terremoti, orario)

Neve al nord : nevica su molte regioni, imbiancata Milano. Massima attenzione al gelicidio

Allerta meteo in Toscana: domani alto rischio nubifragi, scuole chiuse in molte città

MODELLO EUROPEO: ancora occasioni di MALTEMPO in vista per l’Italia, in sintesi le ultime novità
News della domenica: instabile almeno sino al 20 del mese, poi…

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti