Maltempo, forti venti e mareggiate sulle coste esposte: ecco i dati

Maltempo, forti venti e mareggiate sulle coste esposte. Acqua alta record a Venezia. 

Maltempo, forti venti e mareggiate sulle coste esposte. L’ondata di forte maltempo che da questa notte si è abbattuta sulla nostra penisola causando ingenti danni e alluvioni sta continuando a colpire duro su gran parte del Centro Nord. Per ora le regioni che risultano maggiormente colpite dal maltempo sono: Toscana, Veneto, Emilia e nelle ultime ore anche l’alto Lazio dove permarrà per le  prossime ore una situazione da monitorare.

Maltempo: non solo alluvioni, forti venti e mareggiate  accompagnano le forti piogge.

Maltempo, forti venti e mareggiate sulle coste esposte

Maltempo, forti venti e mareggiate sulle coste esposte. Venti by lammatoscana.it

La vasta saccatura Nord Atlantica che sta apportando questa forte ondata di maltempo per come disposta baricamente ha richiamato e sta richiamando in queste ore intensi venti di Scirocco, questo vento caldo e umido si incanala in particolar modo nel canale di Sicilia e lungo l’Adriatico che per come  sono disposti orograficamente permettono a questo vento di “soffiare liberamente” ovvero senza incontrare terre emerse e quindi ostacoli. Infatti se osserviamo la mappa dei venti elaborata da Lamma Toscana si nota che zone in cui sono stati previsti i venti più forti sono appunto le zone appena citate, dove  sono stati previsti picchi compresi fra 61 e 74 km/h , previsione perfettamente rispettata, tuttavia in paesi come Caccamo in provincia di Trapani sono state registrate raffiche fino a 80.4 km/h.

Maltempo: forti venti generano grandi onde e maree anomale.

Quando i venti risultano particolarmente intensi e spirano per diverse ore su ampie zone di mare (fetch) si vengono a creare le condizioni per la generazione di grandi onde e quindi mareggiate. I venti di scirocco oltre ad essere intensi e costanti hanno grandi fetch sui quali soffiare, di conseguenza unitamente al maltempo e ai forti venti, forti mareggiate si abbattano sulle coste esposte causando danni e disagi alla navigazione. Infatti osservando la mappa sotto possiamo notare che  i modelli matematici hanno previsto onde fino a 3.25 metri in Adriatico e nel Canale di Sicilia. Nella realtà le mareggiate sono risultate molto più intense, infatti secondo i dati della rete ondametrica nazionale la boa di Ancona ha registrato un picco massimo di 4,7 m mentre quella di Mazzara del Vallo 4.1 m.

Maltempo, forti venti e mareggiate sulle coste esposte

Maltempo, forti venti e mareggiate sulle coste esposte: Onde previste by DHMZ

Infine i forti venti di Scirocco assieme all’innalzamento del livello  medio del mare causato della mareggiata hanno coinciso questa mattina con il picco massimo di marea astrale, (tutte le informazioni sulla previsione del fenomeno dell’acqua alta a venezia le trovate a questo link)la combinazione degli eventi è stata tale da generare un’alta marea record a Venezia, dove sono stati misurati 1.49 cm sopra il livello medio del mare. 

Invitiamo i gentili lettori a restate sempre aggiornati su www.inmeteo.net  oppure attraverso la nostra fan page.

 


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


Maltempo, alluvioni in Emilia : il Secchia fa paura a Modena – Traffico in tilt sulla A22

Alluvione in Emilia: strage nel modenese, morti un centinaio di animali

Esplosione a impianto gas Baumgarten in Austria: feriti e un morto. Interrotte forniture Italia.

INSTABILITA’: le news sulla nuova fase di maltempo attesa dalla seconda metà del mese
Un GELICIDIO ‘mozzafiato’

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti