Meteo Neve: previsioni protezione civile 3 Dicembre 2012

Meteo Neve: previsioni protezione civile 3 Dicembre 2012. Le previsioni dettagliate per la giornata odierna, ecco fin dove scenderà la neve.

L’aria fredda è arrivata: diverse zone d’Italia anche a quote collinari risultano imbiancate questa mattina. Parliamo soprattutto dei rilievi appenninici delle regioni centrali. Ma i primi fiocchi si stanno vedendo anche al Sud. Con lo spostamento della bassa pressione verso Sud, Sud-Est, il tempo volge a un miglioramento (già presente) al Nord ed anche al Centro mentre nelle prossime ore si avranno ancora fenomeni al Sud Italia, con neve, appunto, fino a quote basse, ma non di pianura o costa. Leggiamo il bollettino meteo rilasciato dalla Protezione Civile (maggiori dettaglia e l’ausilio della grafica li avete sul sito della P.C. – cliccare qui).

Meteo Neve: previsioni protezione civile 3 Dicembre 2012

Meteo Neve: previsioni protezione civile 3 Dicembre 2012. Pescocostanzo questa mattina (AQ)

Meteo Neve: previsioni protezione civile 3 Dicembre 2012. Per le previsioni InMeteo per tutta Italia e tutte le città clicca qui

Precipitazioni:
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale su Calabria tirrenica, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia settentrionale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati; moderati sulla Calabria;
– isolate, con locali rovesci o temporali sulle restanti regioni meridionali, Sardegna occidentale, reatino, Umbria e Romagna con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Nevicate: al di sopra dei 400-600 metri sui rilievi romagnoli, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise e reatino; al di sopra dei 600-800 metri su Appennino campano e calabrolucano.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in sensibile calo le minime al Nord; in generale sensibile diminuzione al Centro-Sud; massime in sensibile aumento sui settori alpini occidentali.
Venti: da forti a burrasca da nord/nord-ovest su Liguria, regioni centro-meridionali, con raffiche di burrasca forte, al mattino, su isole maggiori e regioni meridionali; forti di Foehn sui settori alpini con sconfinamenti in pianura. Tendenza ad attenuazione nella giornata a partire dalle regioni del nord.
Mari: da agitati a molto agitati il Tirreno centro-meridionale, lo Ionio, il Mare ed il canale di Sardegna; agitati lo Stretto di Sicilia e il Tirreno settentrionale; molto mossi i restanti mari, fino ad agitato l’Adriatico meridionale; moto ondoso in temporaneo calo dalla sera.


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 10 Dicembre 2017 (ultimi terremoti, orario)

Neve al nord : nevica su molte regioni, imbiancata Milano. Massima attenzione al gelicidio

Allerta meteo in Toscana: domani alto rischio nubifragi, scuole chiuse in molte città

MODELLO EUROPEO: ancora occasioni di MALTEMPO in vista per l’Italia, in sintesi le ultime novità
News della domenica: instabile almeno sino al 20 del mese, poi…

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti