Previsioni Meteo Capodanno 2013: 1° Gennaio 2013, freddo Artico o flusso perturbato Atlantico?

Previsioni Meteo Capodanno 2013:  1° Gennaio 2013,  freddo Artico o flusso perturbato Atlantico.  Le prime proiezioni.

Previsioni Meteo Capodanno 2013: 1° Gennaio 2013,  freddo Artico o flusso perturbato Atlantico?

Previsioni  Meteo Capodanno 2013. Freddo Artico o flusso Atlantico? Mancano due settimane all’inizio del 2013  ed in molti iniziano a chiedersi quali saranno le condizioni meteo con cui si svolgerà il brindisi per il nuovo anno. Naturalmente dare indicazioni precise è impossibile in quanto la distanza temporale impedisce di localizzare la posizione dei centri di alta e bassa pressione dalla quale dipendono la distribuzione delle precipitazioni e la disposizione delle correnti. Tuttavia è possibile iniziare a fornire delle indicazioni di massima da considerare come una possibile tendenza e non come previsione. Il periodo Natalizio vedrà alternarsi brevi passaggi perturbati con temporanee rimonte anticicloniche, frutto di effimere espansioni verso il Mediterraneo Centrale del ramo orientale dell’Alta delle Azzorre, il tutto in un contesto dominato dalle correnti settentrionali o Nord-Occidentali.

Previsioni Meteo Capodanno 2013: 1° Gennaio 2013  freddo Artico o flusso perturbato Atlantico?

Previsioni Meteo Capodanno 2013: 1° Gennaio 2013 freddo Artico o flusso perturbato Atlantico? Fonte: Meteociel.fr

L’ultima settimana dell’anno vedrà l’anticiclone delle Azzorre estendersi verso Nord fino a raggiungere le Isole Britanniche. In tal modo gli affondi artici si faranno più incisivi con maggiori effetti sull’area Balcanica e l’Europa Centro-Orientale, ma con coinvolgimento anche del versante Adriatico e del Sud Italia. Ad oggi i modelli intravedono due irruzioni fredde; la prima tra il 27 ed il 28 c.m e la seconda il 30 Dicembre. In quest’ultima occasione, crescente sarebbe l’apporto di masse d’aria artico continentali, foriere di freddo intenso. Si prospetterebbe, alla luce delle carte odierne quindi, una fase fredda con occasioni per nevicate a bassa quota su Sud Italia e versante Adriatico proprio tra Santo Stefano e San Silvestro. Altrove il tempo sarebbe contrassegnato da temperature basse, ma con assenza di precipitazioni significative ed ampi rasserenamenti.

L’inizio del nuovo anno vedrebbe poi un generale miglioramento con addolcimento del clima anche per l’intervento di correnti da Ovest/Sud-Ovest, che sarebbero però il sintomo di un nuovo cambiamento del tempo che avrebbe stavolta per protagoniste le depressioni Nord Atlantiche, alimentate anche da masse d’aria artico marittime. Si aprirebbe quindi una nuova fase di maltempo con occasioni per nevicate a bassa quota sul Nord e per piogge diffuse sul resto del paese, specie per i versanti occidentali. Come specificato si tratta comunque di una linea di tendenza alla luce delle carte meteo di lunghissimo termine che sicuramente si modificheranno all’avvicinarsi della scadenza previsionale. Nei prossimi giorni saremo più precisi.

Previsioni Meteo Capodanno 2013: 1° Gennaio 2013  freddo Artico o flusso perturbato Atlantico?

Previsioni Meteo Capodanno 2013: 1° Gennaio 2013 freddo Artico o flusso perturbato Atlantico? Sarà un Capodanno freddo o più mite ma piovoso? Le prime proiezioni. Fonte: lumixlifestyle.co.uk

 


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Meteo Protezione Civile: domani freddo intenso e nevicate fino a bassa quota, ecco dove
  • Meteo Puglia : irrompe l’aria artica, da domani gran freddo e neve a bassa quota!!
  • Molise : tre scosse di terremoto avvertite a nord di Isernia – insiste la sequenza sismica
  • News della sera: FREDDO almeno sino a mercoledì 20 dicembre, poi…
    Stratosfera in marcia verso un evento di forte raffreddamento: quali conseguenze sulla circolazione?

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti