Previsioni Meteo Epifania 2013: alta pressione con Sole e nebbie

Previsioni Meteo Epifania 2013: alta pressione con Sole e nebbie. Dominio anticiclonico incontrastato con Sole e nebbie, venti da Nord sul Medio-Basso Adriatico

L‘anno 2013 si sta aprendo con una “crisi” della stabilità al Nord e sui settori occidentali della Penisola, complice l’azione di un vortice freddo in discesa dal Nord Europa, il quale sta dispensando e dispenserà nelle prossime 24-36 ore piogge e nevicate su diverse Regioni; coinvolti in modo più marginale i settori orientali dell’Italia. Tuttavia si tratterà di una parentesi in quanto l’alta pressione delle Azzorre, con contributo di masse d’aria subtropicali si ergerà verso Nord-Est dalle Canarie verso Marocco, Mediterraneo Centro-Occidentale, Penisola Iberica e Francia fino a raggiungere, Benelux, Isole Britanniche e Mare del Nord. Tutto questo si verificherà già a partire dal 3 Gennaio e perdurerà almeno fino al 7-8 del c.m. Per contro, un blocco d’ aria fredda si staccherà dall’Artico e attraverso i Paesi Baltici scenderà verso la Penisola Balcanica. L’Italia sarà sufficientemente protetta dall’esteso anticiclone, la cui invadenza sarà sufficiente a tenere lontane le correnti artiche, limitandone l’azione a qualche infiltrazione fredda sui versanti orientali. 

Previsioni Meteo Epifania 2013: alta pressione con Sole e nebbie

Previsioni Meteo Epifania 2013: alta pressione con Sole e nebbie

 

Sull’Italia, transitata questa perturbazione, il tempo tenderà quindi a migliorare già dal 3 Gennaio in concomitanza con l’espansione verso Nord-Est dell‘alta delle Azzorre, la quale costringerà il vortice artico a muoversi verso Sud in direzione del Nord Africa, abbandonando rapidamente il nostro Paese. I giorni intorno all’Epifania trascorreranno all’insegna della stabilità e del bel tempo, grazie alla protezione anticiclonica, forte del suo massimo che raggiungerà al suolo di quasi 1040 hPa tra Francia e Spagna il giorno 5 Gennaio. L’aumento della pressione sarà accompagnato da un rialzo delle temperature in quota proprio per l‘afflusso di aria calda legato alla rimonta subtropicale. Prevarrà quindi il bel tempo, ma la stasi atmosferica da un lato favorirà giornate assolate e miti lungo le coste, dall’altro causerà la formazione di nebbie persistenti specie in Pianura Padana e nelle vallate interne del Centro. La giornata dell’Epifania 2013 sarà contrassegnata da questo tipo di tempo. Un po di ventilazione settentrionale moderata, sostenuta al largo, si farà sentire sul Medio-Basso Adriatico e sui versanti ionici tra il 4 ed il 7 Gennaio  2013 e saranno l’unica concessione che l’anticiclone farà alla colata fredda diretta verso l’Est Europa. Per avere un incisivo cambiamento del tempo sarà necessario attendere probabilmente la seconda decade, quando potrebbero iniziare a mostrarsi gli effetti dello stratwarming che in questi giorni sta interessando l’Artico. Ne riparleremo.

 


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Terremoto centro Italia: scossa di M 3.0 nel distretto di Perugia, i dati INGV
  • Terremoto Centro Italia: lieve scossa a Nord di Ascoli Piceno
  • Terremoto potenza: debole scossa tra Latronico e Castelsaraceno, dati INGV
  • Modello americano: standard altalenanti di variabilità tardo invernale ed inizio primaverile
  • TEMPORALI al NORD nel mese di MARZO? Perchè no! Guardate cosa possono combinare…
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti