Nuovo Pap Test per rilevare il cancro nelle ovaie e nell’utero?

Nuovo Pap Test – La nuova speranza per scovare con maggior semplicità la presenza di tumori sulle ovaie e nell’utero. Ecco le news.

Nuovo Pap Test/ Sono certamente tante le potenzialità di questo nuovo strumento, le quali non fanno altro che alimentare le speranze di Luiz Diaz, oncologo della Johns Hopkins University di Baltimora (Usa), il primo a verificare le potenzialità di questo nuovo Pap Test per la diagnosi di due tipi di tumori per i quali, al momento, non sono disponibili screening di routine per la diagnosi precoce.

Diaz, assieme al suo staff, inizialmente ha identificato 12 delle mutazioni più frequenti nel cancro alle ovaie e in quello all’endometrio e successivamente ha verificato se fosse possibile identificare la presenza di cellule provenienti da uno di questi tumori nei campioni prelevati per eseguire il Pap test tradizionale. I risultati sono stati positivi e hanno mostrato  la potenzialità di questo studio condotto da Diaz, aprendo la strada a studi più approfonditi che possano confermare la validità di questo nuovo strumento sicuramente di importanza rilevante

Nuovo Pap Test

Nuovo Pap Test – La nuova speranza per scovare con maggior semplicità la presenza di tumori sulle ovaie e nell’utero

PapGene test. È questo il nome ufficiale del Pap Test in via di sviluppo. Quali le differenze? Il Pap Test tradizionale si basa sull’osservazione al microscopio delle cellule prelevate dal canale cervicale dell’utero; il PapGene Test si basa sulle tecniche del sequenziamento genico. Il microscopio permette, infatti, di distinguere le cellule provenienti da un cancro alla cervice uterina, ma non quelle dei tumori alle ovaie e all’endometrio.


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie Leggi tutte


IRAN | Nuova forte scossa di terremoto vicino a molti centri abitati – dati USGS

Terremoto Sicilia : scossa moderata nel messinese ben avvertita – dati INGV

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Mercoledì 13 Dicembre

Ultimissime: rinforzo anticiclonico, ma l’Italia ancora coinvolta da fredde correnti settentrionali
Un po’ di alta pressione all’inizio della terza decade ma non per tutti

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti