Ingv Eruzione Stromboli: ultimi aggiornamenti 13 Gennaio 2013

Ingv Eruzione Stromboli: ecco ultimi aggiornamenti in data 13 Gennaio 2013

Ingv Eruzione Stromboli, ecco gli ultimi aggiornamenti con il comunicato ufficiale dell’Ingv, istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. “Dalla mattinata del 23 dicembre 2012, sono avvenuti ripetuti trabocchi lavici dalla terrazza craterica dello Stromboli, che hanno generato piccole colate di lava nei settori settentrionale e nord-occidentale della Sciara del Fuoco. Inoltre il rapido accumulo di brandelli lavici ancora fluidi ha spesso generato piccoli flussi; tali fenomeni sono stati accompagnati da numerose frane. I maggiori trabocchi sono avvenuti la sera del 23 dicembre (verso nord), il 25-27 dicembre 2012 (verso nord-ovest), e la mattina del 7 gennaio 2013 (verso nord-ovest). I punti di emissione erano posti poco sotto l’orlo della bocca esplosiva più settentrionale della terrazza craterica.”

Ingv Eruzione Stromboli

Ingv Eruzione Stromboli: ultimi aggiornamenti

“Negli intervalli fra gli episodi effusivi maggiori, dai punti di emissione è stata emessa lava a tassi estremamente bassi, risultando nel rotolamento di numerosi blocchi incandescenti. A volte, si sono formate delle piccole colate lunghe poche decine di metri, come la mattina del 10 gennaio 2013 (vedi l’ultima foto nella sequenza qui sotto). L’emissione delle colate è stata in tutti i casi preceduta, e spesso anche accompagnata, da una intensa attività esplosiva sulla terrazza craterica.”

Segui gli aggiornamenti anche su facebook

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: domani freddo intenso e nevicate fino a bassa quota, ecco dove

Meteo Puglia : irrompe l’aria artica, da domani gran freddo e neve a bassa quota!!

Molise : tre scosse di terremoto avvertite a nord di Isernia – insiste la sequenza sismica

Stratosfera in marcia verso un evento di forte raffreddamento: quali conseguenze sulla circolazione?
L’Italia tra riprese anticicloniche e venti freddi settentrionali: in sintesi il tempo sino a fine anno

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti