NASO DISTRUTTO DA UN TUMORE, poi ricostruito su braccio

NASO DISTRUTTO DA UN TUMORE, viene poi ricostruito sull’avambraccio del paziente, grazie all’utilizzo delle cellule staminali 

NASO DISTRUTTO DA UN TUMORE, poi ricostruito su braccio /La storia che arriva da Londra fa bene sperare in ambito medico, visti i progressi che si stanno facendo in materia di cellule staminali e chirurgia. Ecco cosa è successo nella capitale inglese: un uomo, un imprenditore intorno ai 50 anni di età, dopo aver perso il naso in seguito ad una forma molto aggressiva di tumore facciale, è stato operato e gli è stato ricostruito il naso e collocato all’altezza dell’avambraccio. Il merito è di un gruppo di ricercatori e medici dell’università londinese.

Sebbene il lavoro sia ancora da ultimare, i medici sono entusiasti ed il naso risulta essere identico a quello originale. L'”esperimento” può dirsi ben riuscito. Con esso il paziente riacquisterà anche il senso dell’olfatto: il “nuovo naso” sarà infatti trasferito attraverso un nuovo intervento di chirurgia e trapianto,  dal braccio al volto del paziente, che così dovrebbe riacquistare per l’appunto l’olfatto e potrà ritornare ad usare normalmente il suo naso. Dunque il braccio sarà una sede temporanea.

NASO DISTRUTTO DA UN TUMORE, poi ricostruito su braccio

NASO DISTRUTTO DA UN TUMORE, poi ricostruito su braccio

Cosa si è fatto con esattezza? I medici hanno iniziato il lavoro col prelievo di parte della sostanza del midollo osseo del paziente. Successivamente a tale operazione si sono fatte crescere cellule staminali su uno stampo di vetro che ricalcava la forma del naso dell’uomo.  Lo stampo è stato ricoperto da un materiale sintetico, in modo che le cellule proliferassero e poi fossero incubate in un bioreattore con delle sostanze nutrienti. Nel braccio del paiente è stato inserito anche un palloncino per creare lo spazio per la crescita del naso.


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Alluvione in Emilia 12 dicembre 2017 : il fiume Parma esonda ed allaga Colorno – FOTO

Maltempo, alluvioni in Emilia : il Secchia fa paura a Modena – Traffico in tilt sulla A22

Alluvione in Emilia: strage nel modenese, morti un centinaio di animali

Un po’ di alta pressione all’inizio della terza decade ma non per tutti
INSTABILITA’: le news sulla nuova fase di maltempo attesa dalla seconda metà del mese

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti