PROCREAZIONE ASSISTITA: svolta dopo la decisione della Corte Europea

PROCREAZIONE ASSISTITA: la Corte Europea boccia definitivamente legge 40

PROCREAZIONE ASSISTITA / Fa discutere la notizia della decisione (ad opera della Corte Europea) di respingere il ricorso del governo italiano con la quale si chiedeva il riesame della sentenza della stessa Corte Europea sulla bocciatura della famosa “legge 40” in materia di procreazione assistita. I giudici della Corte europea dei diritti umani hanno dunque confermato e reso definitiva la sentenza emessa del 28 agosto.

Un rifiuto che in tal modo spalanca inevitabilmente le porte della diagnosi embrionale preimpianto, finora concessa solo a coppie infertili o sterili – le uniche a poter accedere ai percorsi di fecondazione assistita – anche a coppie fertili portatrici di malattie genetiche. L’Italia è uno dei pochi paesi, si ricorda,  insieme a Svizzera ed Austria a vietare allo stato attuale della normativa la diagnosi pre-impianto. Ora ”la legge 40″ dovrà dunque essere adeguata alla Carta europea dei diritti dell’Uomo, come previsto dalla sentenza della stessa Corte, includendo l’accesso alle tecniche di fecondazione assistita (medicalmente) anche per le coppie fertili portatrici di patologie trasmissibili ai figli’‘. Ciò potrà consentire di evitare che vengano messi al mondo bambini malati e con patologie o disfunzioni anche gravi.

PROCREAZIONE ASSISTITA

PROCREAZIONE ASSISTITA: no della Corte Europea alla Legge 40

 


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


IRAN | Nuova forte scossa di terremoto vicino a molti centri abitati – dati USGS

Terremoto Sicilia : scossa moderata nel messinese ben avvertita – dati INGV

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Mercoledì 13 Dicembre

Ultimissime: rinforzo anticiclonico, ma l’Italia ancora coinvolta da fredde correnti settentrionali
Un po’ di alta pressione all’inizio della terza decade ma non per tutti

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti