TERREMOTO L’AQUILA: ecco la sentenza, è omicidio colposo per i restauratori

TERREMOTO L’AQUILA / La sentenza di primo grado per quanto concerne il crollo dell’ormai nota a tutti Casa dello studente aquilana, avvenuto il giorno 6 Aprile 2009, ha portato finalmente al verdetto: sono quattro le persone ad essere assolte perchè “il fatto non sussiste” e due per “non luogo a procedere”. La maxi inchiesta vede così un atto risolutivo. La sentenza prevede inoltre un risarcimento danni in via provvisionale per circa due milioni di euro per i parenti delle vittime, molti presenti in Aula. Alla lettura del dispositivo commozione ma anche rabbia per una sentenza non ritenuta ‘equa’: “Gli studenti dovevano essere fatti uscire”, ripetono parenti e amici che si aspettavano dieci condanne.

Condannati anche i tecnici del restauro – Quattro anni, come aveva chiesto il pm, per tre tecnici restauratori che al tempo lavoravano al progetto iniziato nel 2000. Due anni e sei mesi per un altro restauratore. L’accusa è per tutti la stessa: omicidio colposo, disastro e lesione colpose. Nello specifico, i tre avrebbero ulteriormente indebolito la struttura del palazzo, che già presentava vizi costruttivi all’epoca della sua prima costruzione, avvenuta intorno agli anni sessanta. Per loro il giudice ha stabilito l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.
TERREMOTO L'AQUILA

TERREMOTO L’AQUILA: ecco la sentenza definitiva

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


IRAN | Nuova forte scossa di terremoto vicino a molti centri abitati – dati USGS

Terremoto Sicilia : scossa moderata nel messinese ben avvertita – dati INGV

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Mercoledì 13 Dicembre

Ultimissime: rinforzo anticiclonico, ma l’Italia ancora coinvolta da fredde correnti settentrionali
Un po’ di alta pressione all’inizio della terza decade ma non per tutti

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti