Delfini : aumenta il numero di esemplari morti nel Tirreno

Delfini – Continua la moria di delfini sulle spiagge del Mar Tirreno. Raggiunti i 45 decessi in poco meno di due mesi.

Delfini/ Nel nostro ultimo aggiornamento (QUI i dettagli) parlavamo di 33 esemplari di delfini trovati morti, spiaggiati, sulle coste tirreniche dalla Toscana alla Sicilia, dunque un vero e proprio disastro ambientale. Purtoppo nei giorni seguenti si sono verificati altri decessi facendo impennare il numero dei delfini spiaggiati sino a 45, contro una media annua di soli 4 esemplari. Teniamo a precisare che i decessi sono avvenuti tutti da inizio Gennaio, dunque in poco meno di due mesi.
Gli ultimi decessi risalgono a pochi giorni fa. Due esemplari di Stenella Striata sono stati trovati sulle spiagge del Lazio, a Terracina e Sperlonga. Inoltre una splendida delfina e’ stata trovata Martedi’ mentre nuotava nel porto di Civitavecchia: e’ morta durante una coinvolgente operazione di soccorso cui hanno assistito decine di persone. È direttamente il Ministero del’Ambiente che conferma i 45 decessi avvenuti in poco meno di due mesi. Le analisi svolte negli ultimi giorni fanno pensare che gli animali siano vittime di infezioni batteriche, ma saranno necessari ulteriori approfondimenti per chiarire il reale motivo di questa incredibile strage.

Gli esperti ritengono che la causa piu’ probabile potrebbe essere di natura infettiva in quanto in numerose carcasse è stato rilevato il batterio Photobacterium Damselae che puo’ portare a sindrome emolitica e lesioni ulcerative, ma ovviamente sono in atto ulteriori analisi.
Inoltre sono attesi nelle prossime settimane dati certi che mettano al confronto le conoscenze teoriche sulle correnti marine con i dati meteo-marini degli ultimi mesi e la situazione su eventuali spiaggiamenti avvenuti in Francia e in Spagna, cosi’ da ricostruire un quadro complessivo della situazione.

 

Potrebbe Interessarti : Per effettuare il “nowcasting”, ovvero seguire gli avvenimenti in tempo reale, potrebbero essere utili strumenti come le MAPPE SINOTTICHE, i SATELLITI e i RADAR. Puoi anche consultare le mappe delle FULMINAZIONI, in caso di temporali. Inoltre sono disponibili le previsioni meteo e le WEBCAM della tua località/zona cercandola nell’apposito riquadro in HomePage. Aggiornamenti anche su Facebook.


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie Leggi tutte


Maltempo fra Piemonte e Lombardia: disagi a Bagnaria, strade chiuse

Meteo Protezione Civile: ancora maltempo nella giornata di domani

Meteo : enorme perturbazione artica sta avvolgendo l’Europa. L’Italia sotto la morsa del maltempo

MALTEMPO: cosa sta succedendo in queste ore? Quale sarà l’evoluzione a breve termine?
METEO LUNGO TERMINE: ecco cosa ci riserverà il futuro

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti