Segnali elettrici emessi dai fiori guidano le api

Segnali elettrici – Grazie ad essi le api capiscono quando un fiore è stato già “visitato”. Rafforzano anche i segnali chimici e visivi.

Segnali elettrici/ I fiori ce la mettono davvero tutta per essere facilmente scovati dagli insetti impollinatori. Ecco che oltre i segnali chimici (profumi) e visivi (colori), vengono emessi anche segnali elettrici che hanno lo scopo principale di orientare le api e di guidarle verso il fiore stesso. La scoperta è stata effettuata da un gruppo di ricercatori dell’Università di Bristol guidato dal professor Daniel Roberts.

Segnali elettrici

Segnali elettrici – Grazie ad essi le api capiscono quando un fiore è stato già “visitato”. Rafforzano anche i segnali chimici e visivi.

Si tratta di deboli campi elettrici che agiscono insieme ai segnali chimici e visivi per aumentare la capacità del fiore di attirare a sé gli insetti impollinatori. La carica emessa dalle piante e dai fiori è di tipo negativo, mentre le api emettono una carica positiva che può arrivare sino a 200 volt. Quando un’ape si avvicina a un fiore non avviene alcuna scintilla o scarica elettrica perché la differenza di potenziale è troppo bassa, ma si sviluppa una piccola forza elettrica che è utile a fornire indicazioni.
I ricercatori hanno dimostrato, inserendo un elettrodo all’interno di un fiore di petunia, che il suo potenziale elettrico cambia nel momento in cui avviene il contatto con un’ape e rimane sullo stesso livello per diversi minuti, probabilmente per avvertire le altre api che il fiore è stato già “setacciato” di recente. Si è scoperto inoltre che le api riescono a distinguere i diversi campi elettrici e capire quale di esso è stato già stato visitato e inoltre riescono a distinguere meglio i colori dei fiori nel momento in cui sono elettricamente carichi.


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: forte maltempo domani, temporali e vento forte

Tempesta di vento in Svizzera: uccisa dalla caduta di un albero una donna

Dissesto idrogeologico: sempre più fragile il territorio della Bergamasca

Ultimissime della sera: nuova ondata di FREDDO pronta a colpire la nostra penisola, poi…
Prima la pioggia, poi un CALO TERMICO in attesa di un Natale ancora INCERTO

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti