ALLARME INQUINAMENTO: fa male alla pelle, soprattutto quella dei bambini

Allarme lanciato nei giorni scorsi dalla Fimp, vale a dire Federazione italiana medici pediatrisulla salute della pelle di neonati e bambini. Sempre piu’ numerosi i casi di dermatite atopica nei primi anni di vita. In particolare tale patologia colpisce il 43 % dei bambini al di sotto dei cinque anni. Dunque quasi la meta soffrirebbe di dermatite e problemi alla pelle. E secondo gli esperti la causa diretta di questa diffusione del problema è l’inquinamento atmosferico e ciò che si respira ed è a stretto contatto proprio con la nostra pelle. 

Per combattere il problema, oltre ad auspicare che i governi applichino misure più restrittive sull’inquinamento atmosferico, si può intervenire con il cibo. Gli esperti della Federazione, per prevenire i rischi legati all’alimentazione, hanno messo a punto grazie alla Scuola U-tre (Uno-tre anni) della federazione un test specifico, “NutricheQ”, appositamente studiato sulla dieta del bambino tra uno e tre anni.

Approfondimento / La dermatite atopica è una sindrome multifattoriale a trasmissione autosomico recessiva, associata ad altre malattie atopiche come rinite allergica, asma, orticaria, congiuntivite allergica e gastroenteriti allergiche. Nella patogenesi della malattia intervengono fattori immunologici e non immunologici. I primi sono costituiti da allergeni alimentari, inalanti o da contatto, i secondi da irritanti esterni, infezioni, disturbi neurovegetativi, disturbi del metabolismo lipidico, sudorazione e stress. (per continuare, leggi qui)

ALLARME DERMATITE ATOPICA: la contraggono quasi il 50 % dei bimbi sotto i 5 anni

ALLARME DERMATITE ATOPICA: la contraggono quasi il 50 % dei bimbi sotto i 5 anni


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Maltempo fra Piemonte e Lombardia: disagi a Bagnaria, strade chiuse

Meteo Protezione Civile: ancora maltempo nella giornata di domani

Meteo : enorme perturbazione artica sta avvolgendo l’Europa. L’Italia sotto la morsa del maltempo

MALTEMPO: cosa sta succedendo in queste ore? Quale sarà l’evoluzione a breve termine?
METEO LUNGO TERMINE: ecco cosa ci riserverà il futuro

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti