Italia, rapido colpo di coda dell’Inverno

Italia, rapido colpo di coda dell’Inverno. Brusco calo delle temperature nei prossimi giorni con ritorno della neve a bassa quota e del freddo.

Italia, rapido colpo di coda dell’Inverno. Il calendario avanza, siamo a quasi a metà Marzo, manca poco più di una settimana dall’inizio della Primavera astronomica, mentre già quasi due sono trascorse dall’inizio di quella meteorologica.

In questa fase le temperature si sono mantenute miti, mentre il meteo si è spesso mostrato instabile. Ora però l’interazione tra masse d’aria fredda in arrivo dalla Russia e una depressione atlantica riproporranno per qualche giorno condizioni di maltempo invernale.

Domani, Mercoledì 13 Marzo 2013  il tempo si mostrerà molto instabile a tratti perturbato con piogge e temporali accompagnati spesso da grandine per via della presenza di aria fredda in quota, in vivace contrasto con le preesistenti masse d’aria più miti. Le precipitazioni riguarderanno gran parte dell’Italia, ma saranno il Tirreno, il Nord-Est, la Sardegna ed il Levante Ligure che vedranno rinnovarsi le precipitazioni più copiose perchè esposte alle prevalenti correnti di Libeccio. Le temperature in flessione, favoriranno la ricomparsa della neve sopra ai 1000-1200 m al Centro-Sud e sopra ai 700-800 m al Nord.

Giovedì 14 Marzo 2013 il tempo si manterrà perturbato al Centro-Sud, sulle Isole ed al Nord-Est, mentre s’intensificherà l’afflusso di aria fredda sia dalla Valle del Rodano che dal Golfo di Trieste sotto forma di venti di Bora. Le precipitazioni si attenueranno al Nord-Ovest ed entro la serata tenderanno a cessare in tutto il Nord Italia. La neve scenderà a quote sempre più basse che diverranno collinari al Centro-Nord, mentre al Sud i fiocchi bianchi si spingeranno fin sui 700-900 m.  La ventilazione si farà tesa o forte ovunque con rotazione ciclonica attorno al Centro-Italia, dove si posizionerà il minimo.

Venerdì 15 Marzo 2013 ulteriori precipitazioni al Sud ed in misura minore sul Medio Adriatico, ma con tendenza al miglioramento specie dal pomeriggio. Nevicate a quote collinari sui rilievi del Sud.  Bel tempo ma freddo sul resto d’Italia. Ventilazione tesa o forte settentrionale con temperature in ulteriore calo che si riporteranno su livelli invernali. Gelate al Nord fino in pianura ed a bassa quota al Centro Italia.

Sabato 16 Marzo 2013 residua variabilità sui settori ionici, ma in rapido miglioramento. Ventilazione settentrionale in attenuazione con residui rinforzi al Sud. Rotazione dei venti a Scirocco al Nord a fine giornata per l’avvicinarsi di una nuova perturbazione. Temperature fredde su livelli più vicini alle medie di Febbraio che di Marzo. Gelate al primo mattino al Nord e fino a bassa quota al Centro.

In seguito il tempo rimarrà instabile anche se le temperature torneranno ad aumentare già da Domenica prossima.  Non si escludono però nuovi afflussi freddi entro la fine del mese. Vi terremo aggiornati.

Italia, rapido colpo di coda dell'Inverno

Italia, rapido colpo di coda dell’Inverno.

Leggi anche la tendenza meteo per Marzo 2013 e la Primavera 2013


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Veneto: 8 persone soccorse sulle Dolomiti, erano bloccati nella neve
  • Meteo Protezione Civile: domani freddo intenso e nevicate fino a bassa quota, ecco dove
  • Meteo Puglia : irrompe l’aria artica, da domani gran freddo e neve a bassa quota!!
  • Cambiamento di configurazione dopo Natale? Ecco la tesi del MODELLO AMERICANO…
    Il meteo PUNTO: cosa potrebbe succedere sino a Capodanno?

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti