CITES: STORICO ATTO PER LA TUTELA di squali e alberi

Cites / In data 14 Marzo 2013 (due giorni fa), si è conclusa la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (Cites). Tirando le somme e i risultati emersi dall’importantissimo appuntamento mondiale, si può affermare che sono stati compiuti dei grandi passi in avanti per quanto concerne la tutela degli alberi (in particolare quelli di legno pregiato) e di animali come gli squali, anche grazie ad una pianificazione di una piu’ ampia e maggiore regolamentazione del commercio internazionale. 

In particolare, il 13 marzo 2013  sarà sicuramente una data da ricordare, importantissima per la futura vita negli oceani e la biodiversità; è il giorno, infatti, in cui la commissione ha stabilito di approvare la proposta di inserire in Appendice II (ovvero il gruppo di quelle situazioni di criticità e piu’ delicata) due specie di manta e cinque specie di squali di valore commerciale. Un atto volto sicuramente alla tutela di tali animali: in particolare un modo per proteggere lo squalo pinna bianca (Carcharhinus longimanus), lo squalo martello smerlato (Sphyrma lewini), il pesce martello maggiore (Sphyrna mokarran), il pesce martello (Sphyrna zigaena) e lo smeriglio (Lamna nasus). Il commercio di questi squali, che finora sono stati pescati principalmente per il valore delle loro pinne e in alcuni casi per le loro carni, d’ora in avanti sarà soggetto alle restrizioni della CITES per quanto concerne esportazione, importazione e detenzione.

Tuttavia fa discutere la notizia che non vi saranno sanzioni contro i paesi che non combattono il commercio d’avorio. Questa la decisione presa ufficialmente, anche se i governi hanno chiesto a Cina, Kenya, Malaysia, Filippine, Thailandia, Uganda, Tanzania e Vietnam – i paesi che destano maggiori preoccupazione riguardo al commercio illegale di avorio – di presentare dei piani entro due mesi per affrontare il problema  e fare progressi prima della prossima riunione della Cites prevista per l’estate del 2014. La mancanza di provvedimenti concreti ha mandato su tutte le furie gli ambientalisti

CITES: storici passi in avanti per la tutela degli squali e delle mante

CITES: storici passi in avanti per la tutela degli squali e delle mante


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: forte maltempo domani, temporali e vento forte

Tempesta di vento in Svizzera: uccisa dalla caduta di un albero una donna

Dissesto idrogeologico: sempre più fragile il territorio della Bergamasca

Ultimissime della sera: nuova ondata di FREDDO pronta a colpire la nostra penisola, poi…
Prima la pioggia, poi un CALO TERMICO in attesa di un Natale ancora INCERTO

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti