L’invenzione che fa il giro del Mondo: COCKTAIL AL POSTO DEL CIBO

L’invenzione e la notizia che fanno  il giro del Mondo / Un ragazzo di soli 24 anni, studente di Chimica e Biologia, e programmatore software, ha ideato da sè un particolare cocktail in grado (secondo lui) di soddisfare l’intero fabbisogno energetico ed alimentare di una persona. Il giovane ha praticamente smesso di mangiare da un mese, e si nutre ora di questa sostanza fatta di varie polveri che contengono diverse normali sostanze nutritive selezionate. La sostanza è stata chiamata “Soylent“, che è anche il nome delle gallette a base di carne umana pensate per nutrire le masse nel film di fantascienza “2022: i sopravvissuti”

Il ragazzo ha affermato «Nel campo della scienza alimentare non ci sono molti dati utili al momento, è un campo complicato semplicemente perché troppi fattori hanno un ruolo e difficilmente si possono cogliere affermazioni precise». «Probabilmente, per le nostre cellule trarre le sostanze nutritive da una polvere o da una carota è indifferente». Ecco il motivo per cui ha abbandonato ogni tipo di cibaria, in modo da concentrarsi solo sulle sostanze nutritive contenute all’interno. Il ragazzo ha unito le «sostanze nutritive di cui il corpo ha bisogno per funzionare» e ne è uscito un cocktail fatto di vitamine, minerali, aminoacidi essenziali, carboidrati e grassi, dunque sicuramente completo. Ha anche aggiunto ginseng, ginkgo biloba, alfa-carotene e altre sostanze che, certo sono considerate sane, ma non necessariamente vitali, per rendere ancor piu’ “variegata” la sua alimentazione.

L'invenzione che fa il giro del Mondo

L’invenzione che fa il giro del Mondo: il ragazzo che ha creato il cocktail che sostituisce il cibo

Resta il dubbio soprattutto da parte dei medici che sono rimasti ovviamente colpiti da tale “invenzione”, che il cocktail alla lunga non soddisfi l’organismo correttamente, come il cibo, senza contare poi l’aspetto dell’appetito e del gusto di mangiare, in tal modo totalmente alterati.

Il ragazzo ha proseguito «Con mia grande sorpresa era davvero buono e dopo pochi minuti mi sentivo pieno d’energia. Per 30 giorni ho evitato completamente il cibo e ho controllato il contenuto del mio sangue e le mie prestazioni fisiche. Le prestazioni mentali sono più difficili da quantificare, ma mi sono sentito molto più perspicace. Non doversi preoccupare del cibo è fantastico. Niente supermercato, piatti o dover decidere cosa mangiare, niente conversazioni senza fine che soppesano i meriti relativi di una dieta priva di glutine, di quella chetogenica, paleolitica o vegana. Mi sento liberato da un sacco di fatiche».


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Tempesta di vento in Svizzera: uccisa dalla caduta di un albero una donna

Dissesto idrogeologico: sempre più fragile il territorio della Bergamasca

Valanghe: italiano morto travolto da valanga nel canton Vallese

ALLERTA protezione civile per VENERDI 15 DICEMBRE
Meteo a 7 giorni: piogge in arrivo al centro e al sud, poi freddo moderato

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti