Terza decade di Marzo instabile

Terza decade di Marzo instabile. Primavera ancora instabile. Rischio di ulteriori apporti freddi fino alla fine del mese

Terza decade di Marzo instabile: L’attuale fase instabile è destinata a perdurare fino ad almeno la fine del corrente mese. Infatti i maggiori modelli indicano una notevole difficoltà degli anticicloni azzorriano e africano a prendere in mano le redini della situazione meteo su scala europea e mediterranea. Le perturbazioni atlantiche seguiteranno a raggiungere il Mediterraneo da Ovest-Nord-Ovest interagendo a più riprese con masse d’aria fredde ancora presenti sull’Europa del Nord e dell’Est secondo una dinamica barica che ha caratterizzato gran parte dell’Inverno 2012-2013.

Nei prossimi giorni lo schema barico non muterà. Naturalmente l’allungamento dell’arco diurno e l’altezza del Sole sull’orizzonte in  progressivo aumento renderanno l’atmosfera sempre più primaverile ma la nuova stagione non avrà vita facile.  Nei prossimi giorni l’Italia ed il Mediterraneo Centrale saranno ancora meta di conquista da parte delle depressioni atlantiche.

Domani, giorno dell’Equinozio di Primavera, la nuova stagione farà il suo ingresso all’insegna del maltempo. Liguria, Medio-Alto Tirreno e Nord-Est saranno le aree del Paese che maggiormente subiranno gli effetti di questa ennesima fase di maltempo. Il campo termico tenderà a ridursi di 3-4°C, tranne che al Sud dove i fenomeni saranno minori. Tra Giovedì e Sabato subentrerà una tregua con valori massimi che si porteranno fin sui 17-19°C.

Già Domenica sopraggiungerà però una nuova depressione che causerà un nuovo peggioramento con piogge, temporali e nevicate sui rilievi. Tale depressione poi tra Martedì 26 e Mercoledì 27 Marzo prossimi potrebbe fare da calamita per una parte dell’aria fredda ancora stazionante sull’Est Europeo con correnti di Grecale  e Bora che si riverserebbero sul nostro Paese proprio a ridosso della Pasqua con una riduzione delle temperature che si riporterebbero su livelli tardo invernali. Ne conseguirebbe la ricomparsa della neve a quote medio basse se non localmente collinari sul settore adriatico. Anche Pasqua e Pasquetta potrebbero essere caratterizzate da tempo incerto e più fresco delle medie.

Per una più duratura e mite fase stabile occorrerà probabilmente attendere i primi di Aprile. Di certo il volto stabile e gradevole della Primavera si farà attendere ancora un po’.

Terza decade di Marzo instabile

Terza decade di Marzo instabile. Fonte: meteociel.fr


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • IRAN | Nuova forte scossa di terremoto vicino a molti centri abitati – dati USGS
  • Terremoto Sicilia : scossa moderata nel messinese ben avvertita – dati INGV
  • Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Mercoledì 13 Dicembre
  • Ultimissime: rinforzo anticiclonico, ma l’Italia ancora coinvolta da fredde correnti settentrionali
    Un po’ di alta pressione all’inizio della terza decade ma non per tutti

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti