FETO IN FRIGO A MILANO : Interrogato Angelo Vescovi

FETO IN FRIGO A MILANO/ Proseguono le indagini a Milano, dopo la macabra scoperta fatta all’Università la Bicocca. Un feto è stato ritrovato in una cella frigorifera all’interno dell’Università da un ricercatore e da un laureato. Il feto è stato ritrovato nel freezer della cella frigorifera all’interno di una scatola di polistirolo, a sua volta all’interno di un sacchetto nero.
Insospettiti i due ricercatori hanno subito raccontato ad una dottoressa quanto visto e da lì è poi scattato l’allarme. In base alle prime notizie sembrerebbe infatti che all’interno del sacchetto inserito nella cella frigorifera sia stato rinvenuto un feto umano.

Attualmente sono in corso le analisi e le ricerche delle forze dell’ordine per accertare la natura del feto. Occorre infatti precisare che nelle prime settimane di vita un feto umano è facilmente confondibile con quello di un animale. Se la notizia venisse pienamente confermata non si spiegherebbe la presenza del feto in quell’area della struttura di ricerca.
Interrogato Angelo Vescovi nei giorni scorsi, professore associato di biologia applicata. Si è espresso sulla vicenda affermando che potrebbe essersi trattato di un sabotaggio.

Angelo Vescovi non sarà l’unico ad essere interrogato dagli inquirenti infatti, molto probabilmente, verranno poste delle domande anche ad una dottoressa che in passato ha lavorato all’Università Bicocca. La donna potrebbe essere convocata in questura, in quanto il suo nome compariva sul contenitore nel quale era conservato il feto

FETO IN FRIGO A MILANO : Interrogato Angelo Vescovi

FETO IN FRIGO A MILANO : Interrogato Angelo Vescovi


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto Sicilia : scossa moderata nel messinese ben avvertita – dati INGV

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Mercoledì 13 Dicembre

Meteo : fronte instabile insiste sul centro Italia. Domani maltempo verso il sud

Ultimissime: rinforzo anticiclonico, ma l’Italia ancora coinvolta da fredde correnti settentrionali
Un po’ di alta pressione all’inizio della terza decade ma non per tutti

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti