COCAINA: scoperto IL DANNO CHE PROVOCA AL CERVELLO

Cocaina, una ricerca sui danni al cervello / Uno studio “a piu’ mani” realizzato dall’Università Cattolica di Roma e quella dell’Insubria di Varese, ha approfondito le caratteristiche di una droga ai tempi d’oggi molto diffusa in Italia, quale la cocaina, mettendo in luce la pesante influenza negativa sul cervello umano. In particolare sono stati eseguiti dei testi in laboratorio (su animali), per valutare e quindi cercare di prevenire disfunzioni di carattere neuronale e umorale e comportamentale legate proprio all’abuso di tale sostanza, utilizzata anche purtroppo da molte persone giovani.

Dallo studio è emerso in primo luogo che alla base dei danni cerebrali causati dalla cocaina c’è un’alterazione della funzione delle sinapsi, i ponti di comunicazione tra i neuroni. La cocaina ha di fatti la capacità di attaccare e ridurre la concentrazione di una molecola molto piccola, denominata D-SERINA, indispensabile proprio per assicurare una corretta comunicazione tra i neuroni.

Cocaina: danni pesanti al cervello e alle interazioni fra neuroni

Cocaina: danni pesanti al cervello e alle interazioni fra neuroni: ecco perchè cambia il comportamento

«Sebbene siano necessarie ulteriori indagini, i risultati di questo studio potrebbero rappresentare un punto di partenza verso il possibile impiego della D-serina come farmaco nel trattamento della dipendenza da cocaina», spiegano gli autori dello studio.  «Abbiamo dimostrato che l’abuso cronico di cocaina induce, in animali da esperimento, una diminuzione della concentrazione di D-serina nel nucleus accumbens, un nucleo cerebrale coinvolto nei fenomeni di dipendenza da sostanze psicostimolanti», ha spiegato uno dei ricercatori. «Tale deficit molecolare determina, in questa area cerebrale, una ridotta capacità dei neuroni di modificare l’efficienza della trasmissione sinaptica (plasticità sinaptica) che è alla base delle alterazioni comportamentali indotte dalla cocaina».  Gli autori dello studio sottolineano che non si può ancora pensare a un utilizzo terapeutico della D-serina contro la dipendenza da cocaina – anche perché nel lavoro non sono stati presi in considerazione gli effetti psicologici di questa droga (non valutabili nei ratti), ma solo quelli motori – e si augurano di poter proseguire la ricerca con studi clinici sull’uomo.

La ricerca è stata pubblicata nei giorni scorsi sulla nota rivista Brain.

 


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 10 Dicembre 2017 (ultimi terremoti, orario)

Neve al nord : nevica su molte regioni, imbiancata Milano. Massima attenzione al gelicidio

Allerta meteo in Toscana: domani alto rischio nubifragi, scuole chiuse in molte città

MODELLO EUROPEO: ancora occasioni di MALTEMPO in vista per l’Italia, in sintesi le ultime novità
News della domenica: instabile almeno sino al 20 del mese, poi…

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti