Cometa Ison : Super-Spettacolo luminoso in arrivo. Si mobilita la NASA

Cometa Ison – Dopo la Cometa Panstarrs il 2013 vuole ancora regalare emozioni dal punto di vista astronomico. Nuovo spettacolo entro fine anno?

Cometa Ison/ Il 2013 vuole ancora regalare emozioni astronomiche. Dopo l’Asteroide DA14 e la Cometa Panstarrs (ancora visibile nei nostri cieli, QUI I DETTAGLI) ecco che si prepara un nuovo spettacolo luminoso, forse uno dei più importanti degli ultimi secoli.
Si tratta della Cometa Ison, chiamata ufficialmente C/2012 S1 (ISON), ovvero una cometa radente e non periodica scoperta il 21 settembre 2012 dal bielorusso Vitali Nevski e dal russo Artyom Novichonok. La scoperta è stata effettuata utilizzando un telescopio riflettore di 0,4 m dell’International Scientific Optical Network vicino a Kislovodsk in Russia.

La cometa arriverà al Perielio (punto di minima distanza dal Sole) il 28 novembre 2013 ad una distanza di 0,012 UA. La sua orbita è iperbolica e molto inclinata rispetto al piano dell’eclittica, elementi che fanno ritenere altamente probabile che la cometa provenga dalla nube di Oort. La cometa passerà a circa 0,07 UA da Marte il 1º ottobre 2013 e nel giorno di Santo Stefano, ovvero il 26 Dicembre 2013, la Cometa Ison raggiungerà la minima distanza con la Terra, a soli 60 milioni di km (0,4 UA), cioè 160 volte la distanza Terra-Luna. Insomma, potrebbe rappresentare uno degli eventi astronomici più spettacolari degli ultimi secoli, visibile benissimo anche ad occhio nudo.
Per confronto, la luminosissima cometa Hale-Bopp del 1997, passò a 197 milioni di km dalla Terra.

Per l’evento astronomico si mobiliterà anche la NASA : ” La differenza con gli altri eventi di questo tipo è la possibilità di preparare questo evento con largo anticipo, così da mettere in atto tutti gli strumenti adatti all’osservazione” , spiegano i tecnici della NASA , ” E’ una rara opportunità che abbiamo, specie perché possiamo pianificarla con lungo anticipo”.
La Cometa passerà a “solo” 1,1 milioni di chilometri dalla nostra stella e di conseguenza potrebbe regalarci uno degli eventi astronomici più spettacolari degli ultimi secoli.  La sonda Deep Impact della Nasa, rispetto agli altri strumenti del centro di ricerche e di quelli delle altre nazioni, ha già iniziato il suo lavoro. La sonda già dal mese di Gennaio ha cominciato a raccogliere dati scattando alcune foto, bisognerà attendere l’estate, più precisamente Agosto, per poter ottenere risultati più soddisfacenti.


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: domani temporali su gran parte d’Italia

Lieve scossa di terremoto sulla costa nord-orientale della Sicilia (Messina)

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 20 Maggio 2018 (ultimi terremoti, orario)

Persistono i TEMPORALI soprattutto al nord, maggiore anticiclone da giovedì 24, tuttavia…
Modelli concordi: seconda parte di settimana nettamente migliore…

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti