La teoria della dinamica litosferica – Parte I

La teoria della dinamica litosferica – Esistono tre teorie per spiegare la dinamica litosferica, la prima è la teoria della deriva dei continenti.

La teoria della dinamica litosferica/Agli inizi del ‘900 la teoria fissista dominante ipotizzava che sulla Terra, ancora in via di raffreddamento, i materiali si distribuivano secondo la loro densità. La parte superficiale, costituita essenzialmente da silicati e alluminio, per effetto della contrazione, si sarebbe corrugata formando le catene montuose. La teoria fissista non prevedeva spostamenti orizzontali dei continenti, ma venivano ammessi movimenti verticali per spiegare la formazione di terre emerse. Questoa teoria fu però stravolta e “rimodernata” dal meteorologo Alfred Wegener, il quale espose una nuova teoria: la teoria della deriva dei continenti. Wegener ipotizzò che circa 300 milioni di anni fa, nel mondo esistesse un unico continente chiamato Pangea, circondato da un unico grande oceano, Panthalassa. Nella Pangea si potevano distinguere Laurasia, che comprendeva il Nord America, Europa e Asia, e la Gondwana, che comprendeva il Sud America, Africa, Antartide, India e Australia, separati dal golfo Tetide. Secondo Wegener, circa 180 milioni di anni fa, la Pangea cominciò a smembrarsi e a poco a poco le grandi massi continentali si mossero fino a raggiungere le posizioni attuali.

Potrebbe interessarti: Campo magnetico terrestre e la magnetosfera
Potrebbe interessarti: Fasce di Van Allen: scoperta terza fascia di radiazioni

Sono disponibili le previsioni meteo e le WEBCAM della tua località/zona cercandola nell’apposito riquadro in HomePage. Aggiornamenti anche su Facebook.

Articolo a cura di Alberto Spedicato

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti