Groenlandia:nubi basse aumentano il rateo di scioglimento di ghiaccio

Groenlandia:nubi basse aumentano il rateo di scioglimento di ghiaccio- In Groenlandia si è registarto il minimo storico della copertura di ghiaccio, relativo agli ultimi 150 anni. Ecco le cause.

Groenlandia/La copertura di ghiaccio in Groenlandia sta diminuendo. I ricercatori, che monitorano i livelli di copertura di ghiaccio, hanno notato che il rateo di fusione del ghiaccio sta aumentando dal 1979. La scorsa estate il rateo di fusione di ghiaccio è stato molto elevato, tanto che gli esperti hanno dichiarato che eventi simili accadono una volta ogni 150 anni. Molti ricercatori hanno studiato questo raro evento per studiarne le cause, concentrando la loro attenzione sulle nubi basse. “L’evento del luglio 2012 è stato attivato da un insolito afflusso di aria calda. Inoltre le nubi basse hanno contribuito a spingere le temperature fin sopra lo zero”, ha dichiarato Dave Turner, fisico del National Oceanic and Atmospheric Administration’s National Severe Storms Laboratory. È noto che le nubi basse riflettono l’energia solare verso lo spazio ma, sotto particolari condizioni, possono essere abbastanza sottili da consentire all’energia solare di giungere sulla superficie; oppure posso essere abbastanza spesse da poter “intrappolare” una parte del calore riflesso dalla neve o ghiaccio. Le nubi basse, grazie all’energia termica intrappolata in esse, sono abbastanza vicine al suolo da poter riscaldare la superficie, fondendo cosi una vasta area di copertura di ghiaccio in Groenlandia. Questo è esattamente ciò che è accaduto nel luglio 2012 in Groenlandia e simili condizioni potrebbero verificarsi in altre parti del pianeta.

Calotta di ghiaccio in Groenlandia (Fonte:science daily)

Calotta di ghiaccio in Groenlandia (Fonte:science daily)

Potrebbe interessarti: Artide: lo scioglimento dei ghiacci rilascia gas serra

Potrebbe interessarti: La diminuzione del ghiaccio in Artide causa inverni più lunghi

Sono disponibili le previsioni meteo e le WEBCAM della tua località/zona cercandola nell’apposito riquadro in HomePage. Aggiornamenti anche su Facebook.

Articolo a cura di Alberto Spedicato

 

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti