FOTOGRAFATO il dolore per la prima volta

Fotografato il dolore / Per la prima volta in assoluto, un approfondito studio ha portato a “fotografare” il dolore, ovvero a a misurare, in altri termini, l’effetto del dolore sul cervello, che ne riceve una “firma inconfondibile”. Lo studio è stato coordinato da un team di ricercatori dell’Università del Colorado, negli Stati Uniti d’America, ed è stato apprezzato e ben risconosciuto a tal punto da essere illustrato sulla nota rivista New England Journal of Medicine.

Gli scienziati hanno sottoposto 114 volontari a diverse risonanze magnetiche al cervello mentre il loro braccio veniva scaldato a diverse temperature utilizzando una piastra controllata da un software. In un primo momento, i dati relativi a 20 dei partecipanti sono stati utilizzati per identificare la firma del dolore nel cervello e analizzare la variazione dell’intensità del dolore stesso in relazione al calore emesso dalla piastra. L’affidabilità della firma così identificata è stata verificata dimostrando che la sua intensità è in grado di predire la risposta al dolore negli altri volontari. Basandosi solo sull’intensità della firma cerebrale i ricercatori sono riusciti a distinguere gli stimoli dolorosi da quelli non dolorosi con un’accuratezza del 93%. Inoltre, gli scienziati  sono stati in grado di riconoscere gli stimoli più dolorosi e quelli più sopportabili.

La scoperta e l’intero studio aprono le porte a nuove metodiche in grado di aiutare i medici a monitorare i sintomi dei pazienti sottoposti a terapie, e a trovare anche nuovi farmaci adatti e specifici contro varie forme di dolore. 

Fotografato il dolore per la prima volta

“Fotografato” il dolore per la prima volta


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Previsioni Meteo : ancora maltempo anche nel week-end, poi gran freddo?

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Giovedì 14 Dicembre

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 13 Dicembre 2017 (ultimi terremoti, orario)

Raffreddamento termico: ecco DOVE colpirà di più nei prossimi giorni
Rinforza l’anticiclone ma l’Italia resterà al freddo ancora per diverso tempo

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti