Situazione Maltempo Veneto: esondano fiumi in provincia di Verona (Alpone, Tramigna)

Maltempo Veneto: situazione sempre piu’ critica, tracimati due importanti corsi d’acqua nel veronese.

Situazione maltempo Veneto: non solo nel vicentino le forti piogge stanno causando disagi, allagamenti, ed esondazioni di corsi d’acqua in diversi tratti. La situazione è critica anche nel veronese, dove destano molta preoccupazione il fiume Alpone e il Tramigna, entrambi esondati in alcuni punti. In particolare risulta una tracimazione importante a Soave, dove diverse case sono circondate dall’acqua. Ecco maggiori dettagli.

E’ situazione di massima allerta nel Veronese, e specialmente a San Bonifacio, dove a causa delle forti piogge il fiume Alpone, poco fa è tracimato. Il livello del fiume ha superato il ponte della Motta, che divide il centro del paese dall’omonima frazione, ed anche in località Villabella, tra l’Alpone ed il Tramigna, lungo la strada regionale 11. L’acqua sta defluendo lentamente: sul posto vi sono i tecnici e volontari della protezione Civile, mentre carabinieri presidiano i ponti. La Regionale 11 è stata già chiusa al traffico. I tecnici stanno cercando di far defluire le acque dell’Alpone a San Vito di Locara, ma c’é anche il problema dell’assenza di energia elettrica che renderà necessario l’uso di un gruppo elettrogeno. Sono state già evacuate dai soccorritori otto famiglie: vigili del fuoco, Protezione civile e Forze dell’ordine sono dovute intervenire a San Vito, frazione del comune di San Bonifacio.

A SOAVE – Due ore dopo l’Alpone anche l’altro fiume che destava più preoccupazione, il Tramigna, ha superato il livello di guardia ed è tracimato a Soave, all’altezza dei campi sportivi, nel quartiere San Matteo. Una ventina le case circondante dall’acqua. Ma la situazione potrebbe peggiorare perché l’ondata di piena è attesa verso le ore 20. Lungo gli argini sono al lavoro squadre della Protezione civile e tecnici, che però potrebbero fare ben poco in caso di nuova rottura degli argini. Intanto si stanno avvisando tutte le famiglie che abitano nelle zone a rischio, Per fare in modo che un’eventuale emergenza non colga tutti impreparati, come accadde nel novembre del 2010. L’unità di crisi è riunita del municipio di San Bonifacio, dove è stata decisa anche l’evacuazione del “Palaferroli” a causa delle rottura degli argini nelle vicinanze dell’impianto sportivo.

Potrebbe interessarti:http://www.veronasera.it/cronaca/maltempo-monteforte-soave-tramigna-alpone.html
Fonte parziale: Veronasera
Alpone esondato (San Bonifacio)

Alpone esondato (San Bonifacio)

 


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Violento terremoto colpisce l’Indonesia: “numero imprecisato di morti”

Ultim’ora: violenta scossa di terremoto registrata in Indonesia, sulla terraferma

Meteo lungo termine : settimana di Natale con l’aria fredda da est? Arriva la neve?

Ultimissime della sera: uno sguardo alle ultime novità messe in luce dal modello europeo
Uno sguardo al periodo post natalizio; ecco quali strade potrebbe percorrere l’atmosfera

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti