Italia nella morsa del maltempo. Fresco ovunque, neve e grandinate. Dov’è l’Estate?

Europa totalmente capovolta in questi ultimi giorni. La particolare disposizione barica instauratasi nel Vecchio Continente ha fatto piombare in Inverno il Mediterraneo centrale dove agisce una lacuna barica pressocchè inesauribile grazie al continuo afflusso di aria fredda nord atlantica. Questi continui affondi in area Mediterranea stanno logicamente provocando continue rimonte alto pressorie e relativamente calde sull’Europa dell’Est e sulla Scandinavia, tanto da portare i termometri sin sui 30 °C con tutte le conseguenze del caso (forte scioglimento delle nevi e inondazioni).
Attualmente nel Mediterraneo troviamo una goccia fredda in cut-off che continua ad interagire con la nostra Penisola provocando instabilità diffusa, soprattutto su Lombardia, Triveneto e regioni centrali. Instabilità prevalentemente a carattere temporalesco a causa dei forti contrasti fra temperature in quota fredde per il periodo e temperature al suolo decisamente più alte, soprattutto dopo il soleggiamento mattutino che riscalda notevolmente i bassi strati dell’atmosfera.
L’energia in gioco dunque permette la formazione di temporali anche violenti accompagnati anche da grandinate di forte intensità, come abbiamo potuto assistere in questi ultimi giorni (Milano, Terni, torinese, Mestre ecc) con conseguenti danni all’agricoltura, anche gravi.
Inoltre a causa delle temperature decisamente basse in alta quota la neve riesce a spingersi sin sui 1200-1300m di quota sulle Alpi così come sull’Appennino, come avvenuto questa mattina a Castelluccio di Norcia, in Umbria, imbiancata da una forte nevicata con una temperatura di -1.7°C.
Le temperature risultano fresche pressocchè ovunque, difficilmente superiori ai 20-23°C sulle regioni meridionali e grossomodo inferiori ai 20°C su tutto il Centro-Nord. Addirittura laddove i cieli sono coperti e vi sono precipitazioni in atto le temperature a fatica superano i 10-12°C, anche in pianura. Questo ovviamente a causa del riversamento dell’aria fredda verso il suolo indotto dalle precipitazioni.

Estate lontana. Mancano poche ore all’ingresso ufficiale dell’Estate meteorologica (che ricordiamo ha inizio il 1° Giugno) e, incredibile ma vero, dobbiamo tenere maglie pesanti e cappotti a portata di mano come fosse pieno Novembre. Nei prossimi giorni la situazione non varierà e dovremo ancora fare i conti con piogge sparse, temporali e anche grandinate, dapprima al Centro-Sud (Venerdi-Sabato) e successivamente al Nord. Le temperature subiranno un lieve rialzo ma risulteranno ugualmente abbastanza fresche per il periodo.
Per poter iniziare a parlare di Estate sarà probabilmente necessario pazientare sino alla fine della prima decade di Giugno.

Le previsioni per la tua città nel dettaglio sono disponibili su www.inmeteo.it
Segui la situazione meteo in tempo reale con i SATELLITI , la SINOTTICA, i RADAR e le mappe dei FULMINI.

PREVISIONI METEO ESTATE —> CLICCA QUI

Castelluccio di Norcia (Umbria) sotto la neve


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Furiosi venti di libeccio nella notte: strage di alberi in molte regioni

Cronaca: arrestato “Igor il Russo”, il famoso killer di Budrio

Maltempo in Campania: traghetti fermi nel Golfo di Napoli per il vento forte

AGGIORNAMENTO previsioni meteo LIVE per OGGI, DOMANI e i prossimi giorni

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti