Clima e meteo CNR, news: temperature e precipitazioni di Giugno 2013

Clima e meteo CNR, news: temperature e precipitazioni di Giugno 2013 

Clima e meteo CNR, news: temperature e precipitazioni di Giugno 2013

Giugno 2013: andamento generale

Giugno 2013 è stato per certi versi un mese in controtendenza rispetto agli ultimi anni; spesso il mese di apertura della stagione calda  cominciava già con l’Estate avviata sotto l’egida dell’anticiclone di matrice africana con afa e prolungati periodi di bel tempo. Quest’anno invece, nonostante non sia mancato un periodo caratterizzato da temperature elevate, il bel tempo e la stabilità si sono fatte aspettare come da tempo non accadeva. Giugno si è infatti aperto sotto il dominio delle correnti Nord-Atlantiche o artiche che hanno sostanzialmente prolungato la dinamicità della stagione primaverile fin verso il termine della prima decade mensile.

Attorno metà Giugno l’anticiclone africano si è esteso verso l’Italia determinando la prima ondata di calore della stagione estiva 2013 comunque moderata e di durata non maggiore di una settimana. L’ultima decade del mese è stata caratterizzata dal ritorno delle più miti correnti atlantiche che hanno ricondotto le temperature entro le medie tipiche del periodo con un ritorno a condizioni d’instabilità nelle aree interne.  Nonostante la maggiore dinamicità il mese appena terminato è risultato essere più secco e caldo delle medie climatiche anche se l’andamento è stato più simile a quello delle Estati anni ’70 ’80 piuttosto che degli anni 2000.

Giugno 2013: anomalie termiche

Complessivamente hanno prevalso anomalie positive ma di entità più contenuta rispetto agli ultimi anni. Le maggiori anomalie positive hanno riguardato il Centro-Nord con scarti dalle medie mensili (riferite al trentennio 1971-2000) di +0,5°C con punte di 1°C tra Lombardia orientale e Veneto occidentale. Anomalie di mezzo grado sempre positive sono state riscontrate anche nel Salento. Le anomalie negative hanno riguardato le Isole, il Basso Piemonte ed il Ponente Ligure; su alcune aree della Sicilia occidentale le temperature medie sono state di quasi 3°C più basse della media relativa al trentennio  1971-2000 a riprova della maggior debolezza dell’Hp Africano rispetto alle ultime estati. Su scala nazionale il mese di Giugno confrontato con le osservazioni iniziate dal 1800 è risultato essere il 63-esimo più caldo con uno scarto di +0,32°C. Un mese quindi più caldo delle medie climatiche ma non rovente come accaduto nell’ultimo decennio.

Clima e meteo CNR, news: temperature e precipitazioni di Giugno 2013. Anomalie termiche Giugno 2013.

Clima e meteo CNR, news: temperature e precipitazioni di Giugno 2013. Anomalie termiche Giugno 2013. Fonte: www.isac.cnr.it

Giugno 2013: anomalie pluviometriche

Dal punto di vista delle piogge il mese di Giugno si è comportato invece in modo più classico, rivelandosi un mese più secco delle medie trentennali 1971-2000, risultando il 33-esimo più asciutto dal 1800 ad oggi con uno scarto percentuale rispetto alle medie di -37%  su scala nazionale. L’anticiclone delle Azzorre ha interessato in modo più deciso i settori occidentali europei con risvolti stabilizzanti anche sui settori di Ponente delle Nostra Penisola.  Inoltre la frequente disposizione da Nord dei venti ha favorito maggiori precipitazioni sul Medio-Basso Adriatico e nelle aree interne in genere. La mappa sottostante illustra infatti come le maggiori anomalie  positive di piovosità si siano concentrate sull’Italia Sud-orientale con scarti percentuali del 100% sulle aree costiere pugliesi. Ma surplus precipitativi hanno riguardato gran parte del Sud Peninsulare e del Medio Adriatico, maggiormente esposti alle correnti settentrionali in scorrimento sul lato orientale dell’Hp Azzorriano.

Procedendo verso Ovest la piovosità è diminuita rapidamente rispetto alle medie del trentennio 1971-2000; Sardegna, gran parte della Sicilia centro-occidentale, Basso Piemonte, Liguria di Ponente ed aree costiere e pre-costiere  di Lazio e Toscana hanno visto anomalie percentuali di -75% rispetto alla piovosità media mensile di Giugno; sul resto del Nord-Ovest e del Medio-Alto Tirreno gli scarti percentuali si sono attestati sul -50%.  Anomalie negative pluviometriche si sono osservate anche sul Triveneto, le Marche, il Basso Lazio ed in generale l’area Alto-Adriatica dove la quantità di pioggia caduta si è attestata a -25% rispetto alle medie mensili.

In generale il mese di Giugno 2013 appena terminato è risultato essere un mese tipicamente estivo su scala nazionale, più caldo ed asciutto rispetto alle medie climatiche del trentennio 1971-2000, ma con un andamento climatico più simile alle Estati degli anni ’80 che di quelle dei primi dieci anni del XXI Secolo.

Clima e meteo CNR, news: temperature e precipitazioni di Giugno 2013. Anomalie pluviometriche Giugno 2013

Clima e meteo CNR, news: temperature e precipitazioni di Giugno 2013. Anomalie pluviometriche Giugno 2013. Fonte:www.isac.cnr.it


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Alluvione in Emilia: strage nel modenese, morti un centinaio di animali
  • Esplosione a impianto gas Baumgarten in Austria: feriti e un morto. Interrotte forniture Italia.
  • Sicilia : debole scossa di terremoto tra Sant’Agata di Militello, Capo d’Orlando, Torrenova – dati INGV
  • INSTABILITA’: le news sulla nuova fase di maltempo attesa dalla seconda metà del mese
    Un GELICIDIO ‘mozzafiato’

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti