Terza decade di Luglio; correnti artiche all’attacco da Est

Terza decade di Luglio; correnti artiche all’attacco da Est. Una saccatura artica sull’Europa Centro-Orientale tenterà di insidiare l’Estate mediterranea.

Quest’anno l’Estate sta mostrando un andamento più simile a quelle degli anni ’70 ed ’80 quando le Azzorre erano l’area di alta pressione predominante alle nostre Regioni e quella africana recitava un ruolo in genere di secondo piano limitandosi a brevi interventi che producevano si intense ondate di calore ma che in genere non duravano più di tre-quattro giorni. Tra l’altro quest’anno la posizione decentrata ad Ovest dell’Hp oceanica sta consentendo ad infiltrazioni di aria fresca di generare rovesci e temporali pomeridiani con frequenza molto maggiore rispetto a quanto avvenuto negli anni scorsi.

Nei prossimi giorni l’alta delle Azzorre posizionerà i suoi massimi sopra alle nostre Regioni permettendo un aumento della stabilità su gran parte dell’Italia anche se Appennini ed Alpi resteranno a rischio temporali durante le ore più calde della giornata. Ma quest’anno l’Estate sembrerebbe non godere di una salute di ferro infatti dopo il 20 Luglio si potrebbero profilare nuove insidie da Est ad opera di una saccatura artica colma di aria fredda in quota che dalla Scandinavia tenderà a portarsi dapprima sul settore baltico e successivamente sull’ Europa centro orientale e la Penisola Balcanica.

Contemporaneamente l’Hp delle Azzorre tenderà a  ritirarsi verso Ovest e successivamente a puntare verso il Mare di Norvegia facilitando la discesa di masse d’aria molto fresche sull’Europa orientale. L’italia posta nel mezzo delle due contrapposte circolazioni potrebbe risentire di un calo generalizzato delle temperature e di manifestazioni temporalesche sulle aree orientali del Paese; non solo sul finire del mese le correnti artiche e Nord atlantiche potrebbero costringere l’anticiclone delle Azzorre ad un ulteriore ritirata verso Sud-Ovest, dilagando in modo ancora più incisivo sul Mediterraneo Centrale, ponendo le premesse per un primo break stagionale qualora tale configurazione venisse confermata.

Insomma nei prossimi giorni l’Estate  tenderà ad affermarsi in modo più deciso sull’area mediterranea, ma nel corso della terza decade mensile le correnti artiche potrebbero tentare un affondo più deciso sull’Italia ed il Mediterraneo Centrale insidiando la stabilità estiva. Vi terremo aggiornati.

Terza decade di Luglio; correnti artiche all'attacco da Est

Terza decade di Luglio; correnti artiche all’attacco da Est. Fonte: www.meteociel.fr


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Esplosione a impianto gas Baumgarten in Austria: feriti e un morto. Interrotte forniture Italia.
  • Sicilia : debole scossa di terremoto tra Sant’Agata di Militello, Capo d’Orlando, Torrenova – dati INGV
  • Spaventoso alluvione in Emilia : Lentigione sommersa dall’acqua, gente sui tetti [VIDEO]
  • GROSSO alla RADIO: ‘Dal fine settimana torna il freddo…’

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti