Appena scoperto asteroide molto vicino alla Terra, possibili detriti fino a domani

ASTEROIDE 2013 RG scoperto poche ore prima del suo passaggio (avvenuto oggi): nessun pericolo per il Pianeta

Gli astronomi americani dell’osservatorio Mount Lemmon hanno poco fa affermato che fra la nottata odierna e questa mattina, è transitato vicino alla Terra (si parla naturalmente di distanze relativamente ridotte, e comunque di “sicurezza”) un asteroide delle dimensioni di circa sette metri (o al massimo di 8-9 metri). Riscontri positivi e conferme anche da un team di scienziati bulgari che hanno affermato come l’oggetto “extra-terrestre” sia transitato ad una distanza di circa 223 mila chilometri dalla superficie del nostro pianeta.

ASTEROIDE 2013 RG scoperto poche ore prima del suo passaggio (avvenuto oggi): nessun pericolo per il Pianeta

ASTEROIDE 2013 RG scoperto poche ore prima del suo passaggio (avvenuto oggi): nessun pericolo per il Pianeta

Il corpo celeste, denominato 2013 RG, dovrebbe appartenere al gruppo di asteroidi Apollo. A causa delle dimensioni piuttosto ridotte, un asteroide di questo tipo non presenta alcuna minaccia per la Terra, dal momento che oggetti grandi fino a 10 metri vengono immediatamente disintegrati una volta a contatto con gli strati atmosferici del nostro Pianeta. Non è la prima volta che un asteroide venda scoperto praticamente in concomitanza o addirittura dopo il suo passaggio ravvicinato, anche se in genere la NASA e le organizzazioni competenti catalogano e informano circa tutti gli asteroidi e copri celesti potenzialmente pericolosi o che comunque transitano vicino al Pianeta Terra. Qualcuno di essi però, sfugge alle sofisticate tecnologie costruite per monitorare lo spazio.

Non è da escludere che tale asteroide possa essere collegato al bolide transitato sui cieli del Nord-Est questa notte (ne abbiamo dato notizia qui), ma è difficile verificare ciò che resta solo un’ipotesi. Gli esperti intanto hanno affermato che fino a domani, 4 Settembre, 2013 RG potrebbe determinare la presenza di detriti a seguito del suo passaggio, naturalmente di dimensioni ridotte che non consentirebbero il superamento della “barriera atmosferica”, ma che produrrebbero solo l’effetto visivo di scie luminose.


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Hawaii, potente eruzione del Kilauea : fiumi di lava si gettano in mare e si sprigiona una nube tossica [VIDEO]

Maltempo a Firenze: albero cade su autobus pieno di turisti, ci sono feriti

Meteo Protezione Civile: domani diffusi e forti temporali su molte zone d’Italia

MODELLO EUROPEO: confermata l’avvezione africana di fine mese
Il primo CALDO in arrivo sull’Italia: DOVE, COME, QUANDO

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti