L’interno della Via Lattea in 3-D

Gli scienziati del Max Planck Institute per la fisica extraterrestre hanno prodotto la prima dettagliata mappa tridimensionale delle stelle che formano le regioni interne della nostra Via Lattea, utilizzando i dati dell’indagine VVV pubblicamente disponibili dalla struttura dell’archivio scientifico dell’ESO .

13 Settembre 2013 – Trovano un rigonfiamento a forma di arachide con una barra allungata con una struttura a forma di X, che era già stato accennato in studi precedenti. Questo indica che la Via Lattea era in origine un disco puro di stelle, formandosi, successivamente, una sottile barra. La nuova mappa può essere utilizzata per studi più dettagliati della dinamica e l’evoluzione della nostra Via Lattea.

Proiezione orizzontale in 3-D : La Via Lattea di lato.

Proiezione orizzontale in 3-D : La Via Lattea di lato. Fonte: www.sciencedaily.com

Il nostro Sole risiede proprio all’interno del disco galattico, circa 27 000 anni luce dal centro della nostra Via Lattea. A causa degli effetti dell’ oscuramento di gas denso e nubi di polvere, è quindi difficile ottenere informazioni precise circa la forma e le proprietà delle regioni interne della nostra galassia.

Gli scienziati hanno usato il VVV sondaggio ad infrarosso con il telescopio VISTA in Cile (“VISTA Variables in Via Lactea Survey”), che copre le regioni interne della Via Lattea ed è in grado di osservare con progresso rispetto a precedenti sondaggi. Inoltre, si aspettano che la misura della densità tridimensionale del rigonfiamento contribuirà a vincolare modelli di evoluzione di galassie sia per la nostra Via Lattea e si per le galassie a spirale in generale. Ma sarà anche il supporto di una serie di ulteriori studi su diverse popolazioni stellari o flussi di gas.

Fonte: www.sciencedaily.com

Articolo a cura di Valentina Desimini

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti