In Cina vengono uccisi 30000 cani al giorno: fermiamo questo scempio (petizione)

Si fa sempre piu’ grave e tragico il problema dell‘uccisione di cani in Cina. Sebbene se ne parli poco, decisamente meno di quanto si dovrebbe, soprattutto a livello di stampa nazionale, si tratta di un vero e proprio dramma che affligge lo stato cinese e che dimostra quanta cattiveria ingiustificata ci può essere nell’uomo. Ingiustificata perchè, di certo, il commercio e la vendita di carni e pelo di cani non valgono la vita di questi poveri animali. Creature come noi, che meritano di essere lasciate in pace.

A riportare i dettagli e i numeri di questo grande problema è l’ultimo rapporto di Animal Equality, secondo cui è rilevante anche l’uccisione di gatti, in particolare del Nord Est del paese, dal Guandong al Guinzhou, dove le disumane pratiche assassine hanno luogo quotidianamente. Sarebbero per quanto concerne i cani, 30.000, gli animali brutalmente uccisi ogni giorno in tutta la Cina. Ma il problema riguarda anche altri paesi vicino come India, Filippine, Thailandia, Corea del Sud e Indonesia.

Il dramma del massacro dei cani in Cina

Il dramma del massacro dei cani in Cina

Malgrado una legge del 1950 vieti il consumo di carne di cane in Cina, le uccisioni sono all’ordine del giorno e proseguono da anni risultando anche in aumento, fra la trascuranza di moltissime person, dal momento che diviene anche pericoloso combattere chi uccide e chi rientra nei macabri e sporchi affari. Malgrado sia ritenuta una pratica aberrante, il consumo di carne canina nei paesi del Sud Est Asiatico è un’abitudine alimentare estremamente difficile da eliminare, poiché affonda le sue radici nella lunghissima storia culturale dei paesi che la praticano.

L’omertà ed il crescente dramma fin qui descritto ha portato alla nascita, ad opera di Animal Equality della Campagna SENZA VOCE, per chiedere la chiusura definitiva dei canili-allevamento di morte alla Cina in particolare e ai paesi confinanti (prima citati). La raccolta di firme a sostegno della petizione partita dal mese di aprile 2013, ha raggiunto le 192 mila adesioni e verrà consegnata alle ambasciate cinesi al raggiungimento delle 200 mila.

Per informazioni e aderire alla petizione, cliccate su www.senzavoce.org 


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: domani freddo intenso e nevicate fino a bassa quota, ecco dove

Meteo Puglia : irrompe l’aria artica, da domani gran freddo e neve a bassa quota!!

Molise : tre scosse di terremoto avvertite a nord di Isernia – insiste la sequenza sismica

News della sera: FREDDO almeno sino a mercoledì 20 dicembre, poi…
Stratosfera in marcia verso un evento di forte raffreddamento: quali conseguenze sulla circolazione?

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti