Eruzione dell’Etna 26 Ottobre 2013: avviso di criticità elevata dalla Protezione Civile

Etna: emesso avviso di criticità elevata per l’area sommitale del vulcano

L’Etna ha ripreso dopo un lungo periodo di “calma” la sua attività fra ieri e oggi 26 Ottobre 2013. Nelle ultime ore il fenomeno eruttivo è aumentato esponenzialmente. La Protezione Civile insieme all’Ingv, istituto nazionale di geofisica e vulcanologia italiano, monitorano da vicino la situazione. Ecco un aggiornamento emesso dal sito della Protezione Civile Italiana, che riportiamo integralmente.

Dopo circa 6 mesi dall’ultimo evento, riprende l’attività eruttiva con emissione di cenere vulcanica

Aggiornamento ore 11 – A partire dal primo pomeriggio di ieri, 25 ottobre, le reti di monitoraggio dei Centri di Competenza del Dipartimento della Protezione Civile hanno iniziato a registrare una debole attività esplosiva localizzata all’interno del Nuovo Cratere di Sud-Est dell’Etna, associata ad un aumento del tremore vulcanico. L’attività esplosiva si è intensificata nel corso della notte, dando vita ad una continua attività esplosiva di tipo stromboliano con lancio di prodotti incandescenti oltre l’orlo craterico e modeste emissioni di cenere.

 

Eruzione Etna 26 Ottobre 2013: avviso di criticità elevata dalla Protezione Civile

Eruzione Etna 26 Ottobre 2013: avviso di criticità elevata dalla Protezione Civile

Dalle 4:50 di oggi, 26 ottobre, l’attività vulcanica al Nuovo Cratere di Sud-Est si è intensificata ulteriormente evolvendo in fontana di lava, a cui è associata l’emissione di una significativa quantità di cenere vulcanica nell’atmosfera che si disperde in direzione Sud-Sud Ovest. Dal Nuovo Cratere di Sud-Est, inoltre, si sono generate due colate laviche, scarsamente alimentate, che si dirigono rispettivamente in Valle del Bove e verso la zona di Torre del Filosofo. Dalle 8:20 le telecamere di sorveglianza hanno anche evidenziato l’attivazione di una nuova emissione di cenere dal cratere di Nord-Est dell’Etna. Il personale dell’Ingv – sezione di Catania sta effettuando un sopralluogo in zona sommitale.

Sulla base delle osservazioni visive e strumentali dei fenomeni in corso e dei comunicati dei Centri di Competenza del Dipartimento, il Centro Funzionale Centrale per il Rischio Vulcanico ha emesso un avviso di criticità elevata per l’area sommitale del vulcano, moderata nelle aree pedemontana e urbana e ordinaria nel medio versante. Allo stato attuale l’aeroporto di Catania Fontanarossa è operativo. Il Centro Funzionale Centrale continua nell’attività di vigilanza attraverso i Centri di Competenza preposti al monitoraggio e alla sorveglianza dei vulcani italiani e attraverso le strutture operative e i presidi territoriali.

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: domani freddo intenso e nevicate fino a bassa quota, ecco dove

Meteo Puglia : irrompe l’aria artica, da domani gran freddo e neve a bassa quota!!

Molise : tre scosse di terremoto avvertite a nord di Isernia – insiste la sequenza sismica

News della sera: FREDDO almeno sino a mercoledì 20 dicembre, poi…
Stratosfera in marcia verso un evento di forte raffreddamento: quali conseguenze sulla circolazione?

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti