Atlantico all’attacco, ma l’anticiclone resiste

Atlantico all’attacco, ma l’anticiclone resiste. Nel corso della prima decade le perturbazioni atlantiche lanceranno due attacchi al Mediterraneo, ma l’alta pressione non si lascerà facilmente sconfiggere

Atlantico all’attacco, ma l’anticiclone resiste: Giunti in Novembre l’Autunno è arrivato nella sua piena maturità; le perturbazioni in questo periodo dovrebbero prevalere e con esse dovrebbero affacciarsi le prime incursioni fredde. Invece quest’anno, dopo un Settembre dal volto tardo estivo, Ottobre ha portato con se lunghi periodi anticiclonici. Le fasi di maltempo, sebbene a tratti molto intense, sono state discontinue ed irregolarmente distribuite, spesso parentesi tra lunghi periodi anticiclonici con temperature ben oltre la norma.

E Novembre, sebbene stia apportando delle modifiche allo stato del tempo, non sembra per ora in grado di dar luogo a quella svolta stagionale in grado di avvicinare il Mediterraneo centrale a standard meteo più tipici del tardo Autunno. Infatti nel corso della prima decade di Novembre le depressioni Nord Atlantiche compiranno due tentativi importanti di conquistare il Mediterraneo.

Il primo, già iniziato al Centro-Nord nella giornata di oggi, si concretizzerà con un passaggio perturbato tra il 3 ed il 5 Novembre che sarà reso vigoroso dal contrasto tra l’aria molto più fresca di estrazione Nord Atlantica con quella ben più calda presente sul Mediterraneo. Il calore dei bacini circostanti l’Italia esalterà ulteriormente i fenomeni che specie sul Medio-Alto Tirreno risulteranno essere di forte intensità.  Le temperature caleranno su valori più consoni al periodo e sulle cime più alte dell’Appennino centro settentrionale farà la sua comparsa la prima neve di stagione. I venti rinforzeranno. Questa fase di maltempo autunnale non avrà lunga durata. Il ricompattamento del vortice polare, sotto la spinta della corrente a getto favorirà la spinta da Ovest dell’alta pressione delle Azzorre; ne conseguirà un deciso miglioramento con il vortice perturbato che tenderà ad esaurirsi e ad allontanarsi verso Oriente.

La nuova fase di bel tempo perdurerà fino al 9 Novembre. Le temperature torneranno  a salire  portandosi ancora una volta su valori  primaverili over 20°C al Centro-Sud; al Nord farà più fresco, ma s’intensificheranno le nebbie che torneranno ad infittirsi ed a divenire piuttosto estese.

A partire dal 10 Novembre il flusso perturbato atlantico tornerà ad ondularsi con una seconda discesa di aria Nord Atlantica che tenterà di conquistare il Mediterraneo dando luogo ad un secondo e forse più corposo peggioramento del tempo tra l’11 ed il 13 del mese. Naturalmente vista la distanza temporale tale tendenza necessiterà delle dovute conferme in quanto per ora non è possibile conoscere i dettagli concernenti la distribuzione e l’intensità dei fenomeni.

Appare comunque evidente che nonostante queste due crisi perturbate, non sembrano per ora esserci i presupposti per una più decisa svolta stagionale, in quanto ad oggi appare probabile una nuova rimonta anticiclonica azzorriana sul Mediterraneo Centro-Occidentale proprio in concomitanza della metà del mese, che ostacolerebbe sia le incursioni Nord Atlantiche che quelle artiche.  Tra l’altro le temperature, nonostante delle flessioni in concomitanza dei peggioramenti di cui si è parlato, resterebbero costantemente sopra alla media. L’Inverno ed il freddo resteranno per ora lontani dal Mediterraneo centro-occidentale. Vi terremo aggiornati.

Atlantico all'attacco, ma l'anticiclone resiste

Atlantico all’attacco, ma l’anticiclone resiste. Fonte: meteociel.fr


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Spettacolo nei cieli, arrivano le Geminidi : notte con le stelle cadenti!
  • Forte scossa di terremoto nell’oceano Atlantico (isola di Bouvet) – dati USGS
  • Allerta meteo della Protezione Civile: criticità per venti forti domani
  • Ultimissime della sera: scenari di freddo moderato ma anche un po’ di anticiclone sotto Natale, tuttavia…
    Raffreddamento termico: ecco DOVE colpirà di più nei prossimi giorni

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti