Incredibile : il Tifone Haiyan, il più potente della storia, sta distruggendo le Filippine. Migliaia di morti

Tifone Haiyan : si stimano quasi 10000 vittime nelle Filippine a seguito del passaggio del tifone più potente mai registrato. Ecco le ultimissime.

Tifone Haiyan/ Si tratta del più forte tifone mai registrato in precedenza, con venti che hanno superato i 320 km/h tanto da inserire la profondissima depressione nel livello 5 della scala Saffir-Simpson. Il tifone Haiyan ha pesantemente colpito le Filippine dispensando piogge torrenziali, temporali violentissimi e mareggiate devastanti lungo le coste orientali, esposte alla tempesta. In molti paesi e città lo scenario ora è quello della totale devastazione.

Tifone Haiyan - Danni devastanti

Tifone Haiyan – Danni devastanti

Tragiche le notizie che giungono dalle FIlippine : dopo ore di incessante lavoro delle squadre di soccorso nei centri fortemente colpiti dal tifone si stimano oltre 10mila morti (numerosissimi ancor ai dispersi). Sono oltre 700 mila sfollati e 4 milioni le persone colpite dal tifone più potente della storia climatologica mondiale.  È “un livello di distruzione simile a quello dello tsunami del 2004”. Questo è il bilancio provvisorio della distruzione causata dal super-tifone Haiyan e il governatore di Leyte ha ammesso che i morti “potrebbero essere più di 10.000”.
“La Commissione Ue ha già inviato una squadra in supporto alle autorità filippine – ha scritto il presidente Josè Manuel Barroso – e siamo pronti a contribuire con soccorso urgente e assistenza se richiesto in queste ore di necessità”. Commosso anche papa Francesco: “Chiedo a tutti voi di unirvi a me nella preghiera per le vittime del tifone Haiyan”.
Dal mare onde alte sei metri
– Secondo Gwendolyn Pang, segretaria generale della Croce Rossa filippina, “a Tacloban abbiamo visto galleggiare un numero di cadaveri che stimiamo oltre il migliaio, e altri 200 a Samar. L’ultima volta che ho visto danni su questa scala è stato dopo lo tsunami nell’Oceano Indiano. Ci sono macchine che sono state spazzate, e le strade sono disseminate di detriti”, ha detto Sebastian Rhodes Stampa, a capo della squadra di coordinamento umanitario dell’Onu a Tacloban. La città di 220 mila abitanti, sull’isola di Leyte, è stata tra le prime a essere colpite dalla furia di Haiyan (chiamato “Yolanda” nelle Filippine), che oltre ai venti record ha portato piogge torrenziali e onde alte fino a sei metri, arrivate fino al secondo piano delle case sulla costa orientale. Gran parte delle abitazioni sono distrutte o seriamente danneggiate, molte strade sono state allagate e rimangono impraticabili anche a causa degli alberi e dei pali elettrici caduti, il terminal dell’aeroporto e la torre di controllo sono stati distrutti dalle onde.

Haiyan diretto verso il Vietnam – In giornata Haiyan ha lasciato l’arcipelago per continuare la sua corsa verso la Cina meridionale. Le autorità hanno richiamato in porto tutte le barche di pescatori, innalzando l’allarme per le onde da giallo ad arancione. Domenica pomeriggio à invece atteso in Vietnam centro-settentrionale. Come misura preventiva, le autorità locali hanno evacuato circa 300 mila persone in 15 province. E’ previsto comunque che a quel punto l’intensità del tifone sia tra “categoria 2” e “categoria 3” (venti al massimo di 190 km orari), minore rispetto a quella con cui si è abbattuto sulle Filippine.

GALLERIA >> LE FOTO DELLA DISTRUZIONE DOPO IL PASSAGGIO DI HAIYAN


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie Leggi tutte


Disperso tra neve ex sindaco di Vogogna: era andato a sciare nel Canton Vallese

Maltempo in Toscana: esondato fiume Serchio a Borgo Mozzano (Lucca)

ULTIM’ORA | Alluvione in atto in Emilia, esonda l’Enza nel reggiano – FOTO

E adesso cosa accadrà? Le ipotesi del MODELLO AMERICANO ed EUROPEO

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti