Terremoto Campania e Molise 29 Dicembre 2013 : notte di paura in arrivo. Si consiglia di dormire fuori

Terremoto Campania e Molise 29 Dicembre 2013 / Si avvicina la notte e sale ovviamente la paura nell’area del Matese, fra Molise e Campania, dopo la scossa di magnitudo 4.9 avvertita in maniera intensa nel tardo pomeriggio di Domenica 29 Dicembre 2013. Lo sciame sismico instauratosi ha prodotto oltre 25 scosse di magnitudo compreso fra 2.0 e 3.7, tutte avvertite dalla popolazione posta nei pressi dell’epicentro, e in particolare nei comuni di CASTELLO DEL MATESE (CE), GIOIA SANNITICA (CE), PIEDIMONTE MATESE (CE), SAN, GREGORIO MATESE (CE), SAN POTITO SANNITICO (CE), CUSANO MUTRI (BN). Il sisma ha provocato la caduta di calcinacci e lievi crepe nelle abitazioni, senza originare danni gravi o feriti per fortuna. (DETTAGLI SUL SISMA QUI).

Interviene sull’episodio sismico il vice presidente del Consiglio nazionale dei geologi Vittorio D’Oriano, il quale raccomanda di trascorrere la notte fuori casa : “Parlo con il cuore e non con la ragione, ma mi sento di raccomandare agli abitanti delle località campane dove si è avvertito il sisma di dormire fuori casa questa notte e anche i prossimi due-tre giorni. Magari in macchina. Anche se mi rendo conto che fa freddo ed è Natale. Ma i terremoti sono talmente imprevedibili che nessuno si può azzardare a dire che il peggio è passato, specie dopo quanto è avvenuto a L’Aquila”.

“Per ora danni gravi non ce ne sono e non mi risultano segnalazioni in tal senso – prosegue l’esperto – e pur considerando che quella verificatasi in Campania essendo stata una scossa forte non dovrebbe essere replicata, occorre tenere presente che nella regione c’è una situazione edilizia in strutture ordinarie non antisismiche e questo dovrebbe indurre molta cautela”. Per questo D’Oriano consiglia “di stare nelle case il meno possibile da stasera e nei prossimi due o tre giorni”.

Il geologo ricorda inoltre che l’epicentro della scossa in Campania “è al centro esatto della catena appenninica che è il fulcro di questi avvenimenti sismici: si tratta di una zona fortemente sismica oltre che vulcanica e non è la prima volta che è soggetta a questi eventi. Basta ricordarsi il terremoto dell’Irpinia”.

Le mappe e tutti i dettagli di tutti i movimenti tellurici sono disponibili nella rete di monitoraggio. Monitoreremo la situazione anche sulla Pagina Facebook

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: freddo intenso e nevicate al centro-sud domani

Maltempo in Puglia : temporali nevosi nel barese. Forte gragnola su Bari, imbiancata!

Catastrofe in Cile: enorme frana travolge un paese, morti e dispersi

Meteo a 7 giorni: l’alta pressione inseguirà il FREDDO, ma a Natale…
Meteo a 15 giorni: dopo Natale probabili nuove fasi perturbate su mezza Italia

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti