Super gelo negli USA, non accadeva da decenni. In Montana si toccano i -53°C. 4.000 voli cancellati

Gelo negli USA/ Una delle ondate di gelo più potenti degli ultimi 20 anni sta paralizzando il continente americano con temperature estremamente gelide e pericolose. Il lobo del vortice polare canadese sta attraversando tutti gli Stati Uniti centro-orientali, colpendo principalmente Montana , North Dakota, South Dakota, Minnesota, Illinois, Michigan e Wisconsin. Nelle ultime ore la saccatura gelida ( con isoterme comprese fra i -20 e i -30°C a 850hpa) sta sorvolando la East Coast, New York compresa, dove la temperatura è in repentino calo e raggiungerà nelle prossime ore valori proibitivi, anche inferiori ai -25°C.
La temperatura più bassa registrata al momento è in Montana, dove si sono raggiunti i -53°C, temperature praticamente siberiane.

I superlativi per descrivere la straordinaria morsa di freddo si sprecano, anche negli Stati del Midwest di solito avvezzi al freddo pungente e alla neve alta. Il trasporto aereo intanto è diventato un incubo e molti di quelli che dovevano tornare a casa dalla vacanze natalizie sono rimasti a terra. Più di 4.300 voli sono stati cancellati ieri (quasi la metà di quelli di Chicago) e oltre 6.500 hanno subito ritardi; operazioni ridotte anche in tutti e quattro gli aeroporti del corridoio nord-orientale (Jfk, La Guardia, Newark e lo scalo di Boston).

Il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, ha dichiarato lo stato di emergenza in 14 contee, e il Dipartimento della città di New York che si occupa dei servizi ai senzatetto ha raddoppiato il personale incaricato di aiutare gli homeless fornendo loro un riparo per scampare alla morsa del freddo. A Central Park la temperatura questa mattina era di -15 gradi centigradi, anche se a causa del vento gelido la temperatura percepita era di 26 gradi sotto lo zero. Disagi anche per chi viaggia nella regione. Secondo quanto dichiarato dai funzionari al New York Times, i treni Amtrak tra Boston e Washington e tra New York e Albany nella giornata di oggi viaggeranno con un orario ridotto. E per chi si sposta in macchina rimane elevato il pericolo a causa del ghiaccio. Le temperature più basse si sono però registrate a Chicago (-35 gradi centigradi) e in Minnesota al confine col Canada (-45).

Chicago

A Minneapolis, in Minnesota, dove di solito la gente si fa beffe di città come la capitale Washington che si fermano anche per nevicate di modeste proporzioni, il quotidiano `Star Tribune´ ha dato una descrizione efficace di quel che accade quando -come per esempio stanotte- la temperatura scende parecchi gradi sotto lo zero: «Il vento gelido e il freddo congelano la pelle esposta in appena cinque minuti» e intanto la vita «è rallentata a passo d’uomo in tutto lo Stato». Anche il profondo sud, di solito più temperato, ha avvertito il gelo, che ora minaccia colture e bestiame. A causa delle temperature polari sono già decedute quindici persone; e tra di esse una donna di 71 anni, sofferente di Alzheimer, morta congelata dopo essersi persa, nello Stato di New York; e una 90enne ritrovata esanime a faccia in giù, nella neve, accanto alla sua auto in Ohio.


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Violento terremoto colpisce l’Indonesia: “numero imprecisato di morti”

Ultim’ora: violenta scossa di terremoto registrata in Indonesia, sulla terraferma

Meteo lungo termine : settimana di Natale con l’aria fredda da est? Arriva la neve?

Ultimissime della sera: uno sguardo alle ultime novità messe in luce dal modello europeo
Uno sguardo al periodo post natalizio; ecco quali strade potrebbe percorrere l’atmosfera

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti